Cittadella, Marchetti: "Playoff? Bisogna arrivarci al massimo"

Serie B

Il ds granata: "Dobbiamo essere orgogliosi di quello che abbiamo fatto, arriviamo per il secondo anno consecutivo ai playoff con qualche rimpianto, ma anche con la consapevolezza di quello che abbiamo fatto. Ed è molto, davvero molto"

Per il secondo anno consecutivo il Cittadella giocherà i play-off per la Serie A. Il pareggio ottenuto nell’ultimo turno ha infatti qualificato aritmeticamente alla fase successiva della stagione la formazione guidata da Roberto Venturato, che ora attende di finire il campionato regolare anche per capire le avversarie che si metteranno sul suo cammino verso la rincorsa al sogno Serie A. Intanto, sul sito ufficiale del club, è stata pubblicata una nota esplicativa con tutto quanto occorre sapere riguarda i playoff. Questo il regolamento pubblicato dal Cittadella: “Il regolamento dei play-off, modificato lo scorso luglio, prevede che da quest’anno la 3ª classificata al termine della stagione regolare venga promossa direttamente solo se il distacco dalla 4ª superi i 14 punti. In caso contrario il numero di squadre partecipanti alla fase finale è 6, dal 3° all’8° posto, indipendentemente dalla differenza di punti in classifica. Nessun cambiamento invece per i play-out: la quartultima classificata è retrocessa direttamente se il distacco dalla quintultima supera i quattro punti.

PLAY-OFF. Turno preliminare (gara unica): Sabato 26 maggio 2018 – ore 18.00 (6ª vs 7ª), Domenica 27 maggio 2018 – ore 20.30 (5ª vs 8ª). Semifinali (andata e ritorno): Martedì 29 maggio 2018 – ore 20.30 (6ª o 7ª vs 3ª). Mercoledì 30 maggio 2018 – ore 20.30 (5ª o 8ª vs 4ª). Sabato 2 giugno 2018 – 20.30 (3ª vs 6ª o 7ª). Domenica 3 giugno 2018 – ore 20.30 (4ª vs 5ª o 8ª). Finale (andata e ritorno): Giovedì 7 giugno 2018 – ore 20.30. Domenica 10 giugno 2018 – ore 20.30”. A proposito dell’obiettivo raggiunto, poi, anche il direttore sportivo del club granata Stefano Marchetti ha parlato nelle scorse ore commentando il risultato raggiunto e anche le aspettative per il finale di stagione: “Dobbiamo essere orgogliosi di quello che abbiamo fatto, arriviamo per il secondo anno consecutivo ai playoff con qualche rimpianto, ma anche con la consapevolezza di quello che abbiamo fatto. Ed è molto, davvero molto. Adesso bisogna vedere come ci arriviamo, ai playoff, perché serve stare bene sotto tutti i punti di vista. Le condizioni di Scaglia un po’ ci preoccupano, farà gli esami e speriamo che il verdetto non sia brutto”.

I più letti