Parma, Gagliolo: "Pensavamo già ai playoff"

Serie B
Riccardo Gagliolo, Parma (Getty)
gagliolo_getty

Il difensore gialloblù torna sulla promozione: "E’ stata dura stare fuori senza poter dare una mano ai miei compagni, ero lì con il cellulare a guardare il risultato del Frosinone: sinceramente non pensavo fosse possibile una loro battuta d’arresto in casa"

SERIE B, RINVIO PLAYOFF: IL NUOVO CALENDARIO

Una salvezza raggiunta in un modo inaspettato all’ultima giornata e festeggiata con i propri tifosi fino a poche ore fa. Ora per il Parma è tempo di guardare avanti, senza dimenticare i grandi traguardi raggiunti negli ultimi tre anni e continuando a sognare in grande. E’ quello che fa anche Riccardo Gagliolo; il difensore nelle scorse ore ha parlato dell’annata appena conclusa, tra la soddisfazione per il risultato raggiunto e la sorpresa per il modo in cui il ritorno in Serie A è arrivato. Queste le sue parole: "Nel girone di ritorno abbiamo fatto una grandissima rincorsa, abbiamo vinto in pratica tutti gli scontri diretti quindi eravamo ben messi e consapevoli della nostra forza. E di conseguenza anche se fossimo andati ai playoff, secondo me saremmo stata la squadra da battere: con le grandi abbiamo sempre fatto risultato. Le cinque reti? Il gol contro il Bari è stato determinante, perché ci ha permesso di arrivare all’ultima giornata sperando ancora nell’insuccesso del Frosinone e nella nostra vittoria a Spezia, quindi è stata la mia rete più importante della stagione".

Un futuro da definire

E ancora: "Per quanto riguarda l’ultima partita giocata contro la formazione ligure posso dire che è stata molto più dura stare fuori che essere in campo a dare una mano ai miei compagni, soprattutto perché ero lì con il cellulare a guardare il risultato del Frosinone: sinceramente non pensavo fosse possibile una loro battuta d’arresto in casa, però il bello del calcio è anche questo, la palla è rotonda e a volte accadono cose inaspettate. Io però ero già con la testa ai playoff", ha concluso. Anche il futuro del difensore resta al momento da chiarire: il giocatore è stato uno dei grandi protagonisti della stagione gialloblù e ora il club deve decidere se esercitare il riscatto rinunciare a lui. Il Carpi è il proprietario del cartellino, i due club dovranno parlare per cercare di determinare cifre e condizioni relative all’acquisto del giocatore da parte della società ora in Serie A.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.