Consiglio Federale prende atto sentenza Consiglio Stato: Serie B resta a 19. Gravina: “Non uniamo danno alla beffa”

Nella prima riunione ufficiale a una settimana dall'elezione di Gravina a presidente FIGC, sul nodo Serie B, il Consiglio Federale ha preso atto della sentenza del Consiglio di Stato che ha di fatto lasciato inalterato il format a 19 squadre in serie B. La discussione nel merito si terrà il 15 novembre. Sibilia eletto vice vicario, Miccichè vice presidente

SERIE B, RIPESCAGGI: PALLA AL CONSIGLIO FEDERALE. L’ENTELLA SPERA

BALATA: "SERIE B A 19, BASTA STRAVOLGIMENTI"

LA DECISIONE DEL CONSIGLIO DI STATO

La parola definitiva sul "caos" Serie B arriverà dopo il 15 novembre. Per ora resta a 19 squadre. E' la decisione presa dal primo Consiglio Federale dell'era Gravina. 

"Auspico che tutti tornino a giocare. E' un invito che credo verrà accolto dai responsabili della Lega Pro. E' arrivato il momento di giocare a calcio". Così il presidente della Figc, Gabriele Gravina al termine del consiglio federale che oggi ha "preso atto" dell'ordinanza del Consiglio di Stato che di fatto lascia per ora la Serie B a 19 squadre.

"Dobbiamo essere anche realisti, non possiamo continuare a essere testardi a prescindere. Non dobbiamo unire al danno la beffa. Dovremmo gestire un calendario con 13-14 gare disputate", prosegue Gravina, anticipando che "la parola definitiva la daremo dopo il 15 novembre", quando il Consiglio di Stato discuterà nel merito.

"Oggi abbiamo fatto una riflessione attenta e partecipata - chiarisce il capo del calcio italiano - il consiglio federale ha preso atto che ad oggi c'è un provvedimento cautelare emanato dal Consiglio di Stato. Rispettiamo ampiamente questa decisione. Abbiamo anche riflettuto sulla tutela del valore della competizione sportiva, perchè il 15 novembre saranno state già disputate 12 giornate del campionato di B, il consiglio quindi rispetterà il valore della competizione particolarmente avanzata rispetto a qualche settimana fa", ha concluso.

Gravina: “Prima riforma sarà su licenze nazionali”

“Entro il 31 dicembre, sei mesi prima dell'ipotetica scadenza storica, si fisseranno le regole per potersi iscrivere. Questo significa dare certezza". E' quanto riferito dal presidente della Federcalcio, dopo il primo consiglio federale di insediamento andato in scena a via Allegri.

"Saranno norme chiare che eviteranno tutte quelle zone grigie che negli ultimi mesi hanno creato tensioni nel mondo del calcio". Anticipando che "al prossimo consiglio porteremo anche le modifiche ai format dei campionati per dare stabilità al sistema" (si tratta delle modifiche agli articoli 49 e 50 alle norme organizzative interne federali per le quali va convocata l'assemblea 4 mesi prima), Gravina ha proposto sei aree di intervento: governance (controlli e statuto), giustizia sportiva, riforma dei campionati, impiantistica, marketing (sviluppo economico e commerciale) e Club Italia.

Sibilia e Miccichè nuovi vicepresidenti

Cosimo Sibilia e Gaetano Miccichè sono stati eletti vicepresidenti della FIGC dal Consiglio federale. Il numero uno della Lega Dilettanti avrà il ruolo di vicario di Gabriele Gravina.

1 nuovo post
Virtus Entella: "Continua ingiustizia, chiediamo rinvio gara contro il Pisa"
 
Arriva puntuale la replica della Virtus Entella alle parole di Gravina. La società di Chiavari ha diffuso in giornata un nuovo comunicato in cui ha chiesto alla Figc il rinvio della gara contro il Pisa in programma domenica 4 novembre:
 
"La Virtus Entella ribadisce, per l’ennesima volta, che esiste una decisione del Collegio di Garanzia del Coni mai ottemperata, pur essendo definitiva. E chiede per quale motivo anche la nuova governance della Figc condivida questa inspiegabile posizione che ha contraddistinto la gestione commissariale di Fabbricini. Ci preme sottolineare come le sentenze debbano essere applicate e non eluse con comportamenti dilatori. Perché ci si ostina a perpetrare questa grave ingiustizia nei confronti della nostra società? Al presidente Gabriele Gravina ricordiamo che martedì prossimo 6 novembre il Tar si pronuncerà sulla nostra richiesta di sospensiva degli incomprensibili dinieghi di Figc e Lega di B: per questo chiediamo di rinviare la gara contro il Pisa, (fissata a sorpresa dalla serie C per domenica prossima 4 novembre), a dopo il pronunciamento del Tar. Poche ore di attesa, dopo che il nostro club aspetta di vedere applicati i propri diritti dallo scorso 19 settembre".
- di Redazione SkySport24
Ternana, Bandecchi: “Andremo avanti con la serie C”
"Arrivati a questo punto non è possibile attendere ulteriormente. E' chiaro che abbiamo dovuto fare delle scelte e abbiamo scelto di ricominciare a giocare il campionato di serie C da domenica. Andremo avanti nel girone B del campionato di serie C e a questo punto lo faremo fino in fondo": così il patron della Ternana, Stefano Bandecchi, è intervenuto con una nota, dopo la decisione del consiglio federale della Figc di mantenere il format della serie B a 19 squadre, in attesa dell'udienza del Consiglio di Stato del 15 novembre e di una riforma.
 
"Non sarà piu' possibile per la Ternana entrare nel campionato di serie B - ha proseguito Bandecchi - perchè sarebbe impossibile recuperare almeno 12 o 13 partite. Pur volendo giocare tutte le settimane due volte, o anche tre, bisognerebbe arrivare a fine marzo-inizio aprile per recuperare le partite perse nel girone d'andata. Quindi, avendo i tribunali spostato le decisioni nel merito al 15 novembre, sarebbe assurdo per noi perdere le prossime tre-quattro partite. E' quindi importante prendere atto - per la proprietà, per i calciatori, per l'allenatore e purtroppo anche per la tifoseria - che non possiamo indugiare oltre, altrimenti rischiamo di perdere appeal sia per il campionato di serie C che per quello di B".
 
Bandecchi sottolinea comunque che la società rosssoverde non abbandonerà "la possibilità di chiedere un risarcimento danni alla Federazione gioco calcio per ciò che è accaduto e per l'enorme disagio e sopruso" subito. Faremo di tutto per vincere nelle aule di tribunale e poter avere un risarcimento danni più alto possibile, che chiaramente la Ternana investirà completamente nella squadra".
- di Redazione SkySport24
Miccichè: “Spero consiglio FIGC punti a rinnovamento mondo del pallone”
"Mi auguro che questo Consiglio, superando gli interessi di parte, sappia mettere al centro le  aspettative di tutti per il rinnovamento del mondo del calcio. Regole chiare e durature nel tempo. Solo così si riuscirà a migliorare i risultati". Il Presidente della Lega Serie A, eletto oggi all'unanimità come Vice Presidente della Figc, ha così commentato la riunione svoltasi a Roma.
- di Redazione SkySport24
Gravina: "Prima riforma sarà su licenze nazionali" 
- di Redazione SkySport24
Presenti al tavolo del Consiglio Federale anche Claudio Lotito e Giuseppe Marotta consiglieri per la Lega di A, con il presidente Gaetano Micciche' al suo esordio in FIGC
 
- di Redazione SkySport24
 
 
- di Redazione SkySport24
Gravina: “Prima riforma sarà su licenze nazionali”
"Il primo tema che sarà affrontato è quello delle licenze nazionali. Entro il 31 dicembre, sei mesi prima dell'ipotetica scadenza storica, si fisseranno le regole per potersi iscrivere. Questo significa dare certezza". E' quanto riferito dal presidente della Federcalcio, facendo il punto dopo il primo consiglio federale di insediamento andato in scena a via Allegri.
 
"Saranno norme chiare che eviteranno tutte quelle zone grigie che negli ultimi mesi hanno creato tensioni nel mondo del calcio". Anticipando che "al prossimo consiglio porteremo anche le modifiche ai format dei campionati per dare stabilità al sistema" (si tratta delle modifiche agli articoli 49 e 50 alle norme organizzative interne federali per le quali va convocata l'assemblea 4 mesi prima), Gravina ha proposto sei aree di intervento: governance (controlli e statuto), giustizia sportiva, riforma dei campionati, impiantistica, marketing (sviluppo economico e commerciale) e Club Italia.
- di Redazione SkySport24
Il comunicato della Lega Pro sul “ripristino del regolare svolgimento di tutte le gare delle società CATANIA, NOVARA, PRO VERCELLI, ROBUR SIENA, TERNANA, VIRTUS ENTELLA e VITERBESE CASTRENSE
 
- di Redazione SkySport24
Caos B, Gravina: “Non uniamo danno alla beffa”
"Auspico che tutti tornino a giocare. E' un invito che credo verrà accolto dai responsabili della Lega Pro. E' arrivato il momento di giocare a calcio". Così il presidente della Figc, Gabriele Gravina al termine del consiglio federale che oggi ha "preso atto" dell'ordinanza del Consiglio di Stato che di fatto lascia per ora la Serie B a 19 squadre.
 
"Dobbiamo essere anche realisti, non possiamo continuare a essere testardi a prescindere. Non dobbiamo unire al danno la beffa. Dovremmo gestire un calendario con 13-14 gare disputate", prosegue Gravina, anticipando che "la parola definitiva la daremo dopo il 15 novembre", quando il Consiglio di Stato discuterà nel merito.
 
"Oggi abbiamo fatto una riflessione attenta e partecipata - chiarisce il capo del calcio italiano - il consiglio federale ha preso atto che ad oggi c'è un provvedimento cautelare emanato dal Consiglio di Stato. Rispettiamo ampiamente questa decisione. Abbiamo anche riflettuto sulla tutela del valore della competizione sportiva, perchè il 15 novembre saranno state già disputate 12 giornate del campionato di B, il consiglio quindi rispetterà il valore della competizione particolarmente avanzata rispetto a qualche settimana fa", ha concluso.
- di Redazione SkySport24
Gravina: “Uva? Nessun contenzioso con lui”
"Con Michele Uva non c'è nessun contenzioso. Stiamo valutando le singole posizioni della governance esecutiva federale. E' un atto normale". Le parole del presidente della Figc, commentando la sospensione di Michele Uva dalla posizione di direttore generale
della Federcalcio.
- di Redazione SkySport24
Gravina: “Coni Servizi? Parlo dopo Malagò”
"Il presidente Malagò ha detto che prima si riserva di parlare con il sottosegretario Giorgetti e poi darà una sua valutazione. Io dirò la mia un minuto dopo quell'incontro". E' la posizione del presidente della Federcalcio in merito alle novità emerse in riferimento al 'collegato sport' alla legge di bilancio, con la prevista riforma di Coni Servizi e il passaggio della gestione dei contributi alle federazioni sportive a un ente sotto il controllo del ministero dell'economia. "Nell'ultimo incontro a Palazzo Chigi non ci era stato riferito nulla di tutto questo, non è di nostra competenza".
- di Redazione SkySport24
  
 
- di Redazione SkySport24
Consiglio Federale prende atto Consiglio Stato: per ora B resta a 19
 
Il consiglio federale della Figc ha preso atto della sentenza del Consiglio di Stato che ha di fatto lasciato inalterato il format a 19 squadre in serie B. La discussione nel merito si terrà il 15 novembre.
- di Redazione SkySport24
Malagò, composizione consiglio non compete più al Coni 
"La presenza di Lotito, Nicchi e Tommasi in consiglio federale non è più una cosa che ci compete. E' solo un problema di valutazione che stanno dando i giudici, e io mi rimetto a quello che decidono". Queste le parole di Malagò nel giorno in cui si insedia il nuovo consiglio federale della Figc presieduta da Gabriele Gravina. Il presidente della Lazio, il numero uno degli arbitri e quello dell'Assocalciatori, presenti in Via Allegri, erano stati
giudicati non candidabili da parte del Collegio di garanzia del Coni, ma successivamente la Corte d'appello della Federcalcio ha deciso per la sussistenza dei requisiti di eleggibilità. "Il presidente del Coni su questa partita è fuori. Ci sono gli organi che a questo punto hanno dato dei giudizi. Se qualcuno ritiene che questa partita sia chiusa così, ne prendiamo atto, se qualcuno non lo ritiene e ci sono strumenti diversi lo verificheranno. Non è certo un problema di nostra competenza".
- di Redazione SkySport24
Balata: "Rispetto per sentenza Consiglio Stato"  
- di Redazione SkySport24
Sibilia eletto vice vicario, Miccichè vice presidente
Sono ufficiali le prime nomine della nuova governance della Federcalcio targata Gabriele Gravina. La vicepresidenza vicaria va al numero uno della Lega nazionale dilettanti, Cosimo Sibilia, la seconda vicepresidenza invece è stata accordata al presidente della Lega di A, Gaetano Miccichè.
- di Redazione SkySport24
Ulivieri: “Format Serie B a 19? Ci atteniamo a Consiglio di Stato”
"Sono decisioni che vengono fuori dal nostro mondo, ci dobbiamo attenere a quelle". Lo ha detto il presidente dell'Associazione italiana allenatori, Renzo Ulivieri, al suo ingresso in Figc per il Consiglio federale in riferimento alla decisione che oggi il Consiglio Federale dovrà prendere sul format  della Serie B, attualmente a 19 squadre dopo la sentenza del Consiglio di Stato di sabato scorso.
- di Redazione SkySport24
Balata, sentenza Consiglio Stato va rispettata
"La Figc si atterrà alla sentenza del Consiglio di Stato? Sono autorità giurisdizionali dello Stato e credo che un po' di rispetto si debba averlo. Ho già detto che per la Figc sarebbe stato opportuno difendere i propri atti, poi ognuno fa le sue valutazioni autonome rispetto alla serie B". Le parole del presidente della Lega di B, Mauro Balata, all'ingresso del consiglio federale della Figc. Il primo dell'era Gravina: "Verso Gravina - massima stima: aspettiamo le riforme. Spero che non si rompa l'unità di intenti che c'è stata nelle elezioni, a me interessano le riforme perchè se il calcio non si ristruttura poi continuiamo ad avere il fenomeno dei fallimenti".
- di Redazione SkySport24

I più letti