Cosenza-Spezia 1-1, gol di Riviere e Ragusa. Sfuma l'aggancio per Braglia, espulso Ramos

Serie B

Termina in parità l'anticipo della 14^ giornata di Serie B, sfida al Marulla che non cambia gli equilibri nella seconda metà della classifica. Apre il 4° gol in campionato di Riviere, girata al volo che batte Scuffet. Nella ripresa pericolosi Bartolomei e Machach, non sbaglia Ragusa che trova il pareggio. Espulso Ramos al 70', ma lo Spezia resiste all'assalto della squadra di Braglia: i liguri salgono a 16 punti a +3 sul Cosenza, che non abbandona il terzultimo posto

COSENZA-SPEZIA 1-1 (rivivi la partita minuto per minuto)

38' Riviere (C), 63' Ragusa (S)

COSENZA (4-3-3): Perina; Bittante, Capela, Monaco, D’Orazio; Bruccini, Kanouté (77' Greco), Machach (65' Sciaudone); Baez (69' Carretta), Riviere, Pierini. All. Braglia

SPEZIA (4-3-3): Scuffet; Ferrer, Erlic, Capradossi, Ramos; Maggiore, Bartolomei, Mastinu (46' Acampora); Ragusa, Gudjohnsen (87' Terzi), Bidaoui (72' Marchizza). All. Italiano

Ammoniti: Monaco (C), Mastinu (S), D'Orazio (C), Maggiore (S), Bruccini (C)

Espulso: Ramos (S) al 70'


Un punto per parte nell’anticipo della 14^ giornata di Serie B, 1-1 al Marulla che non cambia gli equilibri nella parte bassa della classifica. Niente aggancio in classifica per il Cosenza, illuso dal 4° gol in campionato di Riviere vanificato nella ripresa. Ragusa punisce la squadra di Braglia che, nonostante l’espulsione di Ramos, non sfrutta la superiorità numerica né il fattore casalingo. Calabresi che non abbandonano il terzultimo posto a quota 13, tre punti di ritardo dallo Spezia che strappa un buon punto e conferma il momento positivo (solo uno stop nelle ultime 7 partite).

La cronaca della gara

Punti pesanti al Marulla, sfida dove Braglia rivoluziona la difesa complice la squalifica di Idda: Monaco è l’unico superstite del ko di Ascoli, novità che diventano quattro con la presenza di Machach al posto di Sciaudone. Italiano conferma invece 10 uomini su 11 rispetto alla vittoria col Frosinone: l’unica new entry è Ragusa preferito a Federico Ricci in attacco, reparto completato da Bidaoui e Gudjohnsen. Proprio il figlio d’arte ci prova due volte dopo una manciata di secondi dall’avvio, chance che non manca nemmeno a Riviere fermato da Scuffet. Ritmi blandi fino alla mezz’ora, quando è Bittante a cercare fortuna senza sorprendere il portiere dello Spezia: Scuffet è attento pure su Kanouté, protagonista di un tiro da centrocampo sventato in corner al 38’. E proprio dalla bandierina arriva il vantaggio di Riviere, girata al volo che vale il suo 4° gol in campionato. Chi rischia prima dell’intervallo è Mastinu, già ammonito e graziato dall’arbitro Maggioni: resterà negli spogliatoi all’intervallo.


Avvio di ripresa dal botta e risposta Bartolomei-Machach: il capitano ligure calcia alto di poco su calcio piazzato, mentre il 23enne in prestito dal Napoli trova la risposta di Scuffet. Al minuto 63 ecco il pareggio dello Spezia con Ragusa, bravo a scambiare nello stretto con Gudjohnsen e battere l’impreparato Perina. Ingenuo Ramos che al 70' guadagna due gialli in tre minuti lasciando in dieci la squadra di Italiano. Poca fortuna nell’assalto finale dei padroni di casa, risultato che non cambia fino alla fine.

I più letti