Venezia-Pordenone 0-0

Serie B
default

Nessun gol tra Venezia e Pordenone. Finisce 0-0 il match valido per la trentrasettesima giornata della Serie B . Gli uomini di Paolo Zanetti ci hanno provato più degli avversari senza però riuscire a capitalizzare. Poche azioni degne di rilievo da una parte e dall’altra con le due squadre che alla fine hanno mosso entrambe la propria classifica

Se vittoria e sconfitta dipendessero dai numeri, la sfida tra Venezia e Pordenone avrebbe certamente una vincitrice. Nel calcio però la cosa importante è quante volte riesci a segnare e allora la storia di questa gara è leggermente differente da ciò che troviamo scritto nel tabellino alla voce 'risultato finale'. Gli uomini di Zanetti hanno tenuto la palla tra i piedi per il 62% del tempo. La netta supremazia territoriale ha sì permesso al Venezia di avere più occasioni da gol ma alla fine lo 0-0 iniziale è rimasto tale per tutta la durata del match. Padroni di casa che hanno messo insieme 14 situazioni favorevoli senza però trovare la via del gol e quindi il pareggio senza reti è stato certificato dal triplice fischio finale.

Clean sheet per entrambi i portieri: 4 parate per Samuele Perisan (Pordenone), mentre Niki Mäenpää (Venezia) ha dovuto compiere 2 interventi.

Il Venezia ha avuto maggiori opportunità da rete (14) rispetto alle 10 del Pordenone. Ha effettuato anche più tiri nello specchio della porta (4-2). Francesco Di Mariano nonostante non abbia segnato è stato il giocatore che ha tirato di più per il Venezia con 4 conclusioni verso lo specchio della porta. Per il Pordenone è stato Patrick Ciurria a provarci con maggiore insistenza concludendo 3 volte. Molto agonismo in campo con 5 cartellini gialli in totale: di cui 4 per il Venezia e 1 per il Pordenone.

I padroni di casa hanno completato con successo più passaggi dell'avversario (474-248): si sono distinti Anthony Taugourdeau (103), Pietro Ceccaroni (63) e Svoboda (61). Per gli ospiti, Nicola Falasco è stato il giocatore più preciso con 40 passaggi riusciti.

Nel Venezia, il difensore Michael Svoboda è stato il migliore dei suoi nei contrasti vinti (11 sui 19 totali). Il centrocampista Roberto Zammarini è stato invece il più efficace nelle fila del Pordenone con 10 contrasti vinti (14 effettuati in totale).



Venezia: N.Mäenpää, P.Ceccaroni, M.Svoboda, P.Mazzocchi, G.Felicioli, A.Taugourdeau, L.Fiordilino (Cap.), M.Aramu, Y.Maleh, F.Forte, F.Di Mariano. All: Paolo Zanetti
A disposizione: J.Dezi, D.Rossi, A.Pomini, C.Molinaro, G.Ricci, D.Johnsen, S.Esposito, B.Bjarkason, S.Carotenuto, G.Ferrarini, R.Bocalon, D.Crnigoj.
Cambi: D.Crnigoj <-> L.Fiordilino (58'), G.Ricci <-> G.Felicioli (75'), R.Bocalon <-> Y.Maleh (75'), S.Esposito <-> F.Di Mariano (83')

Pordenone: S.Perisan, A.Barison, A.Vogliacco, N.Falasco, M.Camporese, G.Misuraca (Cap.), R.Zammarini, M.Scavone, S.Pasa, K.Butic, P.Ciurria. All: Maurizio Domizzi
A disposizione: S.Musiolik, K.Biondi, M.Rossetti, A.Chrzanowski, G.Calò, M.Stefani, A.Mallamo, G.Fasolino, G.Bindi, A.Bassoli, F.Berra.
Cambi: S.Musiolik <-> K.Butic (58'), K.Biondi <-> S.Pasa (66'), F.Berra <-> A.Vogliacco (66'), A.Mallamo <-> R.Zammarini (81')


Ammonizioni: G.Felicioli, L.Fiordilino, F.Di Mariano, G.Ricci, A.Vogliacco

Stadio: Pier Luigi Penzo
Arbitro: Marco Piccinini

Contenuto creato con software di intelligenza artificiale

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche