Parma, D'Aversa: "Noi favoriti? Si vince in campo"

Serie C - Lega Pro
d_aversa_parmacalcio1913

L'allenatore degli emiliani ha presentato in conferenza la semifinale di domani col Pordenone. Con lui, presente il capitano Lucarelli: "Abbiamo una seconda chance per la Serie B e dobbiamo sfruttarla"

E’ il momento della verità, per le quattro semifinaliste che sono a due vittorie dalla Serie B. Il Parma domani affronterà il Pordenone, poi mercoledì si sfideranno Alessandria e Reggiana. Le vincenti giocheranno la finale in programma sabato 17, tutto all’Artemio Franchi di Firenze. Alla vigilia della gara Roberto D’Aversa, allenatore del Parma, ha presentato così la sfida: "Avremo di fronte una signora squadra, ciò che è successo in campionato non conta. Il Pordenone insieme al Foggia ha espresso il miglior calcio della Lega Pro, quindi non possiamo sottovalutarli". Ovviamente, la responsabilità è tanta e si avverte. "Il blasone del club è indiscusso, ci sono grandi uomini e l’emozione sarà naturale. Essere i favoriti non basta, si vince in campo" ha detto D’Aversa. Dedicando anche parole importanti per il capitano, Alessandro Lucarelli: "Gli va dato merito per ciò che ha fatto da quando sono qui, è stato fondamentale". Quindi, avvisa i suoi sui pericoli della partita. "Il Pordenone ha tanta qualità in mezzo al campo. Non dobbiamo concedere ripartenze e soprattutto sarà importante restare compatti" ha concluso l’allenatore.

La carica di Lucarelli: "Siamo consapevoli delle difficoltà"

Anche Lucarelli ha preso parte alla conferenza stampa. La sua esperienza sarà fondamentale per tenere unita la squadra e stimolare i più giovani. “La tensione è normale, per questo tipo di partite. Spero sia quella giusta, che carica, che tiene alta la concentrazione e l’attenzione. Siamo pronti e anche consapevoli delle difficoltà che ci attendono, ma voglio raggiungere l’obiettivo per il Parma, la città e il mio percorso personale” ha esordito il capitano degli emiliani. Che sa bene quante aspettative ci siano sulla squadra: “Dobbiamo dimostrare sul campo di essere i favoriti. Questa etichetta ce la stiamo portando da inizio anno. Il resto sono chiacchiere. Per colpe nostre e per meriti di un avversario che è stato più bravo di noi, non abbiamo raggiunto la Serie B direttamente. Ma abbiamo una seconda chance e la dobbiamo sfruttare”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.