Serie C, girone A: risultati e classifica dopo la 34^ giornata

Serie C

Nel turno in cui non scende in campo il Siena, perde ancora il Livorno mentre si avvicina alla vetta il Pisa grazie al successo sulla Pro Piacenza. Ok anche Prato, Carrarese, Pontedera e Olbia. Quattro i pareggi di giornata tra cui anche quello della Viterbese con l’Alessandria

Si è conclusa la 34ª giornata di Serie C, nove le partite giocate oggi e Siena sempre primo in classifica nel girone A. Alle sue spalle il Livorno distante un punto, quest’oggi i toscani bianconeri non hanno giocato mentre gli amaranto sono stati sconfitti 4-2 in casa dell’Olbia. Fallisce così il sorpasso la squadra allenata da Foschi che subisce il gol dello svantaggio al 39’ con Senesi ma riesce a pareggiare immediatamente con Maiorino. Prima della fine del primo tempo il Livorno passa anche in vantaggio con Borghese al termine di un primo tempo con un finale pazzesco. Non è da meno la ripresa, con i sardi che ritrovano immediatamente l’equilibrio grazie alla rete di Vallocchia e un nuovo vantaggio con l’autore della prima rete; il 3-2 è ancora firmato Senesi mentre la rete che chiude i giochi è di Biancu al 90’. Un secondo tempo a tratti anche nervoso con il Livorno che rimane in 10 per l’espulsione di Borghese; ma il vantaggio numerico per la squadra di Mereu dura solo pochi minuti perché anche Vallocchia si fa espellere. Terzo ko di fila per il Livorno che dunque rimane fermo a quota 60 mentre i tre punti conquistati oggi permettono all’Olbia - agganciato alla zona play-off - di salire a quota 42 in attesa di affrontare il Prato nel prossimo turno. Tanti gol anche nella gara giocata dal Pisa - terzo in classifica - alle 18:30 in casa contro la Pro Piacenza. Il successo finale va quindi ai nerazzurri che passano in vantaggio grazie a Filippini e subiscono all’83’ la rete di Paramatti. Due minuti dopo Masucci segna ancora ma Mosetti al 3’ di recupero della ripresa porta il risultato sul 2-2. È Di Quinzio a segnare ancora al 96’ e a regalare così la vittoria ai toscani che riescono a salire a quota 58. Un primo tempo con un buon avvio del Pisa nonostante le poche vere occasioni pericolose create, una ripresa molto più movimentata e un finale folle che ha condannato i ragazzi di Pea che restano dunque a quota 35 dopo quattro sconfitte consecutive.

Stesso risultato anche tra Prato e Giana Erminio; i tre gol nel primo tempo portano la firma di Fantacci e Piscitella per i padroni di casa e di Iovine per quanto riguarda la squadra allenata da Albè; nella ripresa (in una gara molto combattuta soprattutto nel finale) la Giana riesce a pareggiare con Perna ma due minuti dopo Ceccarelli riesce a segnare la rete che permette ai ragazzi di Catalano di salire a quota 24 punti, pur rimanendo all’ultimo posto della graduatoria. Resta ferma la Giana a quota 41 in attesa di affrontare nel prossimo turno la Lucchese. Vittoria anche per la Carrarese in casa contro il Gavorrano, Coralli e Cais regalano un altro successo alla squadra toscana; una rete per tempo, la prima pochi minuti dopo il fischio d’inizio e la seconda 61’ a chiudere i giochi. Dopo una striscia di risultati utili consecutivi finisce la corsa del Gavorrano che resta così fermo a 30 punti. La Carrarese invece si porta a 52 al quarto posto insieme alla Viterbese. L’ultimo successo di giornata è firmato dal Pontedera in casa del Monza, la rete di Grassi al 79’ ferma a quota 10 la striscia di risultati utili consecutivi raccolti in casa dal Monza che resta così a quota 48 punti in classifica. Sale invece a 42 la squadra toscana che nel prossimo turno se la vedrà nel derby casalingo con la Carrarese. Pareggio senza gol nella partita tra Cuneo e Arezzo, la gara giocata allo stadio Fratelli Paschiero termina 0-0. Nel primo tempo si è visto un bel gioco è un ritmo alto da parte di entrambe le formazioni, la ripresa è stata meno emozionante e con pochi tentativi verso la porta. Un risultato che non serve molto alle due squadre che rimangono rispettivamente penultima a quota 29 e terzultima a quota 30, sempre in zona retrocessione.

Pareggio ma per 1-1 tra Viterbese e Alessandria, sul tabellino i nomi di Calderini al 3’ di recupero del primo tempo e di Sestu nel secondo tempo. Il vantaggio della squadra di Sottili è arrivato su rigore mentre l’attaccante dei grigi ha pareggiato dopo essere entrato al 20’ per l’infortunio di Russini. Sì porta così a quota 52 la Viterbese, tre punti più sotto l’avversario di giornata che rimane al sesto posto. Termina poi 2-2 la partita tra Piacenza e Pistoiese con entrambe le squadre che possono avere qualche rimpianto. Il Piacenza infatti spreca il doppio vantaggio segnato da Corrazza (autore di una doppietta) subendo le reti Ferrari e di Zullo. Nel secondo tempo, a incidere sul risultato finale e sull’intera gara anche l’espulsione di Masciangelo per la squadra di casa al 38’. La formazione di Franzini si trova ora a +2 dall’11º posto e quella di Indiani a -3 dal 10º in attesa di affrontare rispettivamente Alessandria e Arzachena - protagonista, quest’ultima, dell’altro 2-2 di giornata contro la Lucchese. Grande protagonista per la squadra di Niccolai è stato Fanucchi, autore di una doppietta. Nuvoli e Vano hanno però rimesso il match in equilibrio. Un punto a testa dunque con le due squadre che si portano rispettivamente al 14º posto a quota 38 e al 13º con lo stesso numero di punti.

I più letti