Berlusconi e il futuro del Monza: "Senza tatuaggi e orecchini, i miei giocatori saranno così". VIDEO

Serie C - Lega Pro

A margine di un evento politico, Silvio Berlusconi ha parlato della sua nuova avventura calcistica dopo l'acquisto della società brianzola: "I miei calciatori non dovranno avere la barba, né tatuaggi. E in campo dovranno essere da esempio"

GALLIANI: ECCO PERCHÈ IL MONZA

BERLUSCONI-GALLIANI: UNA STORIA DI SUCCESSI COL MILAN

Finora, ne aveva parlato solo Adriano Galliani. A margine di un evento politico a Milano, Silvio Berlusconi ha risposto ad alcune domande sulla sua nuova avventura calcistica, dopo il closing che ha portato la sua Fininvest a rilevare il Monza, che milita in Serie C. "Abbiamo un progetto molto particolare: pensiamo a una squadra molto giovane, tutta di italiani". Con un tweet, poi, rivela il suo obiettivo: "Dare un contributo alla prossima Nazionale Italiana". Largo spazio, inoltre, alle qualità che dovranno avere i suoi ragazzi: "I capelli in ordine. A Monza - ha aggiunto - c'è già il parrucchiere pronto". E poi: "Non dovranno avere la barba e assolutamente non dovranno avere nessun tatuaggio. Non dovranno portare, orgogliosamente, orecchini vari". La serietà in campo, poi, non dovrà mancare: "Saranno giocatori che saranno esempi di correttezza, che si scuseranno con gli avversari se avranno fatto un fallo, e tratteranno l'arbitro come un signore, stringeranno la mano agli avversari alla fine della partita. Se richiesto l'autografo, non faranno schizzi ma scriveranno bene nome e cognome e andranno sempre in giro vestiti con sobrietà e a modo. Insomma - ha concluso - qualcosa di diverso dal calcio attuale". E sulla suggestione Kakà al Monza, Silvio Berlusconi non ha risposto, ma ha semplicemente sorriso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche