Serie C, accordo Lega Pro-Aic: sciopero revocato. Il campionato può iniziare

serie c

In attesa della ratifica da parte del Consiglio Federale, è stato trovato l'accordo tra Lega Pro e Assocalciatori sull'allargamento a 24 giocatori professionisti da poter inserire nelle rose delle squadre di Serie C. Lo sciopero è così revocato e il campionato può partire con le gare in programma domani, sabato 26 settembre

Sciopero revocato, la Serie C è pronta a tornare in campo: grazie alla mediazione della FIGC, la Lega Pro e l'Associazione Calciatori hanno trovato l'accordo per l'allargamento delle rose a 24 giocatori professionisti (con l'inserimento di un classe 2001 ed eventuale sostituzione di un giocatore infortunato con uno fuori lista se presente), due in più di quelli previsti inizialmente. Una limitazione che aveva scontentato l'Assocalciatori e messo a serio rischio l'inizio del campionato. Revocato dunque lo sciopero dei calciatori, che aveva lasciato incertezze sulla partenza del campionato. Per l'ufficialità manca solo la ratifica del provvedimento da parte del Consiglio Federale. Il campionato di Serie C partirà domani, sabato 26 settembre, con le tre partite (ciascuna per ogni girone). In programma: Lecco-Giana Erminio (girone A), Vis Pesaro-Legnago Salus (girone B) e Cavese-Vibonese (girone C).

Gravina: "Ha vinto il buon senso"

Il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha commentato così la decisione dell'Aic: “E' un successo del calcio italiano. I tifosi della Serie C meritano di ricominciare, intere città aspettano da mesi di riappropriarsi del proprio campionato. E la soluzione che è stata trovata scongiura uno stallo che avrebbe compromesso la loro grande passione. Con un dialogo ampio e articolato sulla sostenibilità della Serie C, la FIGC si è assunta l’onere di avvicinare posizioni molto distanti". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche