Zeman lascia il Foggia

SERIE C

Dopo l'incontro avuto questo giovedì con l'allenatore, il presidente del Foggia Nicola Canonico ha annunciato in conferenza stampa: "Non ha più stimoli. Ho avuto sette ore di confronto, ma non vuole continuare. Ho provato in tutti i modi a convincerlo, ma quando uno non se la sente è inutile insistere. Da ora per il Foggia inizia un nuovo ciclo"

"Vorrei restare a Foggia, ma con altri presupposti". Così aveva detto Zdenek Zeman qualche giorno fa, ospite del Premio Cesarini della Serie A. E oggi il dubbio che aleggiava tra i tifosi è diventato realtà: non sarà più lui l'allenatore del Foggia nella prossima stagione. L'unica condizione che avrebbe permesso al boemo di restare ancora sulla panchina rossonera sarebbe stata la partenza del presidente Canonico, con cui da tempo c'erano divergenze di vedute. Questo giovedì c'è stato un incontro tra le parti, al termine del quale il presidente ha annunciato in conferenza: "Zeman non se la sente di continuare, ho provato a convincerlo ma non ha più stimoli. Da ora inizia un nuovo ciclo". Si chiude così la quarta esperienza dell'allenatore sulla panchina dei diavoli. 

"Non è una questione di presupposti: non ha stimoli"

leggi anche

Palermo super, vince 3-0 in casa della Feralpisalò

Queste le parole del presidente del Foggia, nella conferenza che si è tenuta nel tardo pomeriggio di giovedì allo Stadio Zaccheria: "Ho avuto 7 ore di confronto con Zeman. Non se la sente di continuare. Lo ringrazio per tutti il lavoro che ha fatto, ho provato in tutti i modi a convincerlo ma quando uno non se la sente di continuare è inutile insistere. Non è una questione di presupposti: non ha stimoli. Ci siamo confrontati su tutti gli avvenimenti. Non faccio polemiche, vado avanti. Da stasera comincia un nuovo ciclo per il Foggia. Finora non ho sentito altri allenatori, da stasera lo farò". 

Il bilancio della stagione del Foggia di Zeman

leggi anche

Catanzaro-Padova 0-0, si decide tutto in Veneto

Arrivato la scorsa estate, Zeman aveva dato il via al suo quarto ciclo sulla panchina del Foggia (dopo quelli del 1986/1987, del 1989/1994, quando incantò la Serie A e l'Italia con il suo calcio offensivo e divertente, e del 2010/2011). In campionato, la sua squadra ha concluso la regular season al 7° posto con 54 punti ottenuti in 36 partite, di cui 13 vittorie, 15 pareggi e 8 sconfitte (62 gol fatti, 51 subiti). Qualificato ai playoff, il Foggia è stato poi eliminato agli ottavi di finale dalla Virtus Entella il 12 maggio scorso, il giorno del compleanno di Zeman e della sua ultima partita sulla panchina del club pugliese.