Azzurrini sul mercato: tutti i gioielli dell'U20

CalcioMercato

Luca Cassia

Alla prima storica semifinale nel Mondiale U20, la Nazionale guidata da Evani attende il confronto con l'Inghilterra per stupire ancora. Intanto i radar di mercato studiano i 21 talenti di scena in Corea del Sud: ecco i loro identikit tra profili, valutazioni e paralleli

Il rinascimento italiano scorre sul mercato, d’altronde come trascurare la ribalta delle giovanili azzurre? In attesa dell’U-21 di Gigi Di Biagio attesa da un grande Europeo in Polonia (16-30 giugno), la Nazionale U-20 allenata da Alberigo Evani ha raggiunto per la prima volta la semifinale nel Mondiale di categoria. Nemmeno lo spettro di Byron Moreno, rievocato in Corea del Sud dal connazionale Roddy Zambrano, ha frenato la corsa degli Azzurrini prossimi alla sfida contro la favorita Inghilterra. Non è il pronostico a spaventare, lo ribadisce un percorso netto che nell’ultima tappa ha premiato Orsolini e compagni ai supplementari contro lo Zambia nonostante la fantozziana inferiorità numerica per 80’ di gioco.

Priva di stelline come Donnarumma, Locatelli e Chiesa, nemmeno inserita alla vigilia del torneo tra le pretendenti al titolo, la giovane Italia figura nel lotto delle semifinaliste grazie all’attento progetto inaugurato su scala nazionale. Talenti adesso ambiti nelle operazioni di mercato, trattative che hanno già coinvolto alcuni dei prospetti più interessanti ammirati in Corea. Certo, non mancano interrogativi e perplessità su un gruppo prevalentemente svezzato nelle serie inferiori, ma l’interesse in primis della Juventus legittima l’attenzione verso la linea verde. Qui nascono i campioni del futuro.

ANDREA ZACCAGNO

Ruolo: Portiere
Data di nascita: 27/05/1997
Altezza/Peso: 183 cm/77 kg
Squadra: Torino
Valutazione: 300.000 €

Scuola Padova e Torino, club quest’ultimo che ne detiene il cartellino, reduce dal primo assaggio tra i professionisti a Vercelli (2 presenze). Titolare inamovibile in questo Mondiale, ottime prestazioni e un rigore parato contro l’Uruguay. Nel suo identikit la reattività tra i pali e l’abilità nel gioco con i piedi, doti che lo innalzano tra i portieri italiani più stimolanti in ottica futura. Per repertorio e avvenire in maglia granata possiamo accostarlo a Luca Marchegiani, numero ‘1’ che al Toro si è consacrato nel grande calcio.

ALESSANDRO PLIZZARI

Ruolo: Portiere
Data di nascita: 12/03/2000
Altezza/Peso: 187 cm/80 kg
Squadra: Milan
Valutazione: 100.000 €

Se altri Millennials come Moise Kean e Pietro Pellegri hanno lasciato il segno ai titoli di coda della Serie A, il 17enne portierino rossonero segue le orme di un predestinato come Donnarumma. Indicato tra i migliori estremi difensori del campionato Primavera, come Gigio anche Plizzari ha bruciato le tappe nel vivaio del Milan dove entrò a 6 anni fino ad irrompere nella rosa della prima squadra. Portiere moderno, destinato ad un’esperienza in prestito per maturare esperienza: l’ex presidente Berlusconi ha già scommesso su di lui.

SAMUELE PERISAN

Ruolo: Portiere
Data di nascita: 21/08/1997
Altezza/Peso: 191 cm/78 kg
Squadra: Udinese
Valutazione: 100.000 €

Scuola di portieri quella friulana, basti pensare a Scuffet e Meret già parte del patrimonio italiano tra i pali. Coetaneo e compagno di lungo corso proprio del numero ‘1’ promosso con la Spal, Perisan attende ancora la prima chance tra i professionisti a dispetto di un profilo maturo: esplosivo e fisicamente strutturato pur senza lamentare una buona agilità. Caratteristiche che richiamano quelle di Samir Handanovic, affermatosi proprio a Udine. Intanto il modello ideale resta Alex Meret, amico e compagno di lungo corso.

GIUSEPPE SCALERA

Ruolo: Terzino destro
Data di nascita: 26/01/1998
Altezza/Peso: 184 cm/75 kg
Squadra: Bari
Valutazione: 250.000 €

Intoccabile per Evani sulla destra, cresciuto nel Bari con qualche gettone in Serie B prima di raggiungere in prestito la Primavera della Fiorentina insieme al talentuoso Castrovilli. Se Corvino non ha ancora deciso di esercitare il diritto di riscatto, il laterale pugliese ha nella corsa e nelle proiezioni offensive le migliori doti del bagaglio personale: proprio la progressione ha già scomodato il parallelo con Maicon, paragone altisonante da confermare sul campo. Da non trascurare la sua duttilità pure come esterno più avanzato.

FILIPPO ROMAGNA

Ruolo: Difensore centrale
Data di nascita: 26/05/1997
Altezza/Peso: 185 cm/75 kg
Squadra: Juventus
Valutazione: 500.000 €

Già capitano dell’Italia U-19 vicecampione d’Europa, il difensore sbocciato a Vinovo ha testato nell’ultima stagione l’impatto con i grandi: da dimenticare la parentesi a Novara a differenza del prestito a Brescia, squadra dove ha raccolto applausi. Positivo in marcatura e nelle letture tattiche, bravo in fase di costruzione ed encomiabile per leadership, dote che lo avvicina a un mostro sacro della Juventus come Leonardo Bonucci. Chissà che la prossima destinazione a titolo temporaneo non possa essere in Serie A.

MAURO COPPOLARO

Ruolo: Difensore centrale
Data di nascita: 10/03/1997
Altezza/Peso: 189 cm/86 kg
Squadra: Udinese
Valutazione: 400.000 €

Originario di Benevento e lanciato 17enne in Serie B dalla Reggina, già dall’Europeo U-19 compone con Romagna una coppia difensiva ben assortita. Di proprietà dell’Udinese e reduce dal prestito a Latina (20 presenze) culminato con la retrocessione, Coppolaro impressiona nei duelli individuali per vigore e abilità nel gioco aereo. Meno brillante se attaccato in profondità, ma i mezzi per imporsi non si discutono. Un profilo ancora in essere vieta accostamenti vari, certo è che un’altra stagione in B non può che giovargli.

GIUSEPPE PEZZELLA

Ruolo: Terzino sinistro
Data di nascita: 29/11/1997
Altezza/Peso: 185 cm/81 kg
Squadra: Palermo
Valutazione: 500.000 €

Sfortunato protagonista nella gaffe arbitrale contro lo Zambia, orrore che gli negherà la semifinale contro l’Inghilterra, il terzino napoletano ha sfruttato l’assenza di Dimarco convincendo sulla sinistra per resistenza e intensità. Qualità peraltro già esibite nelle ultime due stagioni a Palermo (19 presenze complessive), attestato di stima che gli riserverà un ruolo da protagonista nella prossima Serie B. Buona struttura fisica, più sviluppata rispetto a Mattia De Sciglio ma che lo ricorda per l’acume tattico in entrambe le fasi di gioco.

LEONARDO SERNICOLA

Ruolo: Terzino sinistro
Data di nascita: 30/07/1997
Altezza/Peso: 187 cm/85 kg
Squadra: Ternana
Valutazione: 125.000 €

Un match interamente disputato dal laterale mancino laziale, schierato sulla destra nel pareggio contro il Giappone nella fase a gironi. Un passaggio nei vivai di Lazio e Roma, una rivincita alla Ternana dove è cresciuto di 20 centimetri in altezza nell’arco di due anni. Parabola che sul campo l’ha visto dividersi nell’ultima stagione tra Serie B e Lega Pro, categoria dove ha centellinato presenze a Fondi. Ciò nonostante il ct Evani l’ha convocato premiando la sua duttilità in difesa, reparto dove può coprire tutti i ruoli.

RICCARDO MARCHIZZA

Ruolo: Difensore centrale
Data di nascita: 26/03/1998
Altezza/Peso: 187 cm/80 kg
Squadra: Roma
Valutazione: 400.000 €

Qualcuno lo ha già individuato per il post-Manolas alla Roma, sebbene la capacità di destreggiarsi al centro della difesa come sulla sinistra possa ricordare un giovane Chiellini. Prima alternativa alla coppia Romagna-Coppolaro, cresciuto a Trigoria, già a gennaio era stato monitorato da club di Serie A: l’Atalanta lo voleva nell’affare Kessié, il Sassuolo ha provato a blindarlo nella trattativa per Defrel. Intanto Marchizza rappresenta una pedina da seguire in prospettiva per proprietà fisiche e tecniche da esibire tra i più grandi.

FEDERICO DIMARCO

Ruolo: Terzino sinistro
Data di nascita: 10/11/1997
Altezza/Peso: 175 cm/74 kg
Squadra: Inter
Valutazione: 1,5 mln €

Giunto in Corea solo al termine del campionato, torneo che l’ha visto retrocedere con l’Empoli, il mancino di proprietà dell’Inter ha subito lasciato il segno su calcio di punizione contro lo Zambia. Un sinistro fatato già esaltante all’ultimo Europeo U-19 con 4 gol, bottino considerevole per un laterale tutto spinta e volate sulla fascia. Proprio l’abilità da calcio piazzato, tuttavia, lo accosta ad un altro specialista come David Alaba in realtà divenuto giocatore totale con Guardiola. Per Dimarco si prospetta un’altra avventura in Serie A.

ROLANDO MANDRAGORA

Ruolo: Centrocampista
Data di nascita: 29/06/1997
Altezza/Peso: 183 cm/76 kg
Squadra: Juventus
Valutazione: 3 mln €

Un predestinato dall’esordio in A quando a 17 anni e 4 mesi annullò Pogba in Genoa-Juventus. Esploso a Pescara e acquistato proprio dai bianconeri, gioia preceduta dall’infortunio al piede che l’ha costretto ai box tutta la stagione (solo 4’ in campo). Che calvario per il capitano e simbolo del gruppo di Evani, ritrovato in Corea del Sud dove occuperà il suo posto in semifinale dopo la squalifica contro lo Zambia. Centrale o mezzala, completo tecnicamente e riferimento per i compagni: “Mi ricorda Thiago Motta”, giurò Oddo.

NICOLÒ BARELLA

Ruolo: Centrocampista
Data di nascita: 7/02/1997
Altezza/Peso: 172 cm/68 kg
Squadra: Cagliari
Valutazione: 4 mln €

Fuori dai giochi al Mondiale U-20 causa problemi al polso, un peccato:  dall’alto delle sue 31 presenze in A risulta l’azzurrino più impiegato nella massima serie. Non è un caso per il ragazzo prodotto dal vivaio sardo, mediano abile a dividersi in più zone del reparto tra garra e moto perpetuo. Potremmo accostarlo a Radja Nainggolan, centrocampista della Roma che a vent’anni non vedeva la porta con questa facilità disarmante: effettivamente al repertorio di Barella manca solo il gol, tuttavia la sua evoluzione è in piena ascesa.

MATTEO PESSINA

Ruolo: Centrocampista
Data di nascita: 21/04/1997
Altezza/Peso: 183 cm/75 kg
Squadra: Milan
Valutazione: 300.000 €

Mai impiegato tra Serie A e B a differenza dei colleghi a centrocampo, eppure brillante in Lega Pro: archiviato il biennio tra Lecce e Catania, si è esaltato a Como con 36 presenze e 9 gol. Cresciuto nel Monza, conteso sul mercato tra Milan ed Inter a vantaggio dei rossoneri: chissà che non possa crescere a Pescara sotto la guida di Zeman. L’identikit riserva un regista dal piede educato per visione di gioco e geometrie, qualità comuni al capitano rossonero Riccardo Montolivo. Perché escludere un passaggio di testimone?

FRANCESCO CASSATA

Ruolo: Centrocampista
Data di nascita: 16/07/1997
Altezza/Peso: 183 cm/75 kg
Squadra: Juventus
Valutazione: 500.000 €

Protagonista quest’anno in Serie B, contributo part-time in Corea dove è stato convocato da Evani complice l’infortunio di Minelli. Vivaio Empoli prima dell’acquisto della Juve, club dove ha trionfato al Torneo di Viareggio agli ordini di Fabio Grosso. Esterno o mezzala, corsa e inserimenti senza palla non senza difetti: 18 ammonizioni in 36 gare all’Ascoli testimoniano un’eccessiva irruenza. Certo è che la duttilità e l’abnegazione alla causa richiamano Claudio Marchisio, un simbolo in bianconero e modello di Cassata.

MATTIA VITALE

Ruolo: Centrocampista
Data di nascita: 1/10/1997
Altezza/Peso: 183 cm/72 kg
Squadra: Juventus
Valutazione: 600.000 €

Altro ragazzo di proprietà della Juve, da lui convinta all’età di 14 anni quando militava nella sua Bologna. Due presenze in prima squadra nella stagione 2014/15, poi i prestiti a Lanciano e Cesena: complicata l’ultima avventura in Romagna, 21 presenze senza brillare. Centrocampista dai buoni mezzi tecnici e in costruzione, elegante ma pronto alla battaglia in mediana: se abbiamo accostato Cassata a Marchisio, un profilo affine a Vitale è quello di Borja Valero. Le qualità ci sono tutte, solo il tempo può dargli ragione.

PAOLO GHIGLIONE

Ruolo: Centrocampista
Data di nascita: 2/02/1997
Altezza/Peso: 187cm/80 kg
Squadra: Genoa
Valutazione: 200.000 €

Poco più di uno spettatore (7 gettoni) nella splendida promozione della Spal, rivelazione raggiunta in prestito dal Genoa. Un passato a Milanello e un presente in rossoblù per l’esterno a tutta fascia, corsia dove sulla destra ha ricoperto tutti i ruoli dalla difesa all’attacco. Già aggregato in rosa all’Europeo U-19, agli inizi a Pavia godeva della fama da bomber in erba prima di spostare il suo raggio d’azione: una posizione che al Grifone è stata occupata per anni da Marco Rossi, laterale meno fisico ma altrettanto disinvolto sulla fascia.

RICCARDO ORSOLINI

Ruolo: Ala
Data di nascita: 24/01/1997
Altezza/Peso: 183 cm/73 kg
Squadra: Juventus
Valutazione: 1,5 mln €

Il golden boy della spedizione azzurra non può che essere l’esterno ascolano blindato a gennaio dalla Juventus per 10 milioni di euro (6+4 di bonus). Non che mancassero i dubbi dopo la stagione in B (8 gol e 6 assist), tuttavia la sua quarta rete consecutiva al Mondiale U-20 ha eguagliato il record di Pellè nel 2005. Mancino letale, dribbling secco e progressione impressionante, doti innate bilanciate da una maturità sorprendente. Di Campli, suo procuratore, l’ha paragonato a Robben: lo attendiamo con impazienza in A.

GIUSEPPE PANICO

Ruolo: Attaccante
Data di nascita: 10/05/1997
Altezza/Peso: 171 cm/68 kg
Squadra: Genoa
Valutazione: 300.000 €

Napoletano di nascita, adottato da una famiglia di Latina prima di emergere nel settore giovanile del Genoa. In rossoblù debutta in A e passa in prestito al Cesena, squadra dove nell’ultima stagione ha trovato il gol solo in Coppa Italia. Si è rifatto con gli interessi nel torneo coreano andando a segno contro Giappone e Francia, reti dettate dalla capacità di svariare senza concedere punti di riferimento. Seconda punta o esterno, ruoli differenti da Ciro Immobile con il quale condivide piuttosto mobilità e somiglianza fisica.

ALFREDO BIFULCO

Ruolo: Ala
Data di nascita: 19/01/1997
Altezza/Peso: 173 cm/63 kg
Squadra: Napoli
Valutazione: 250.000 €

Napoletano come Panico ma a sua differenza in orbita azzurra, d’altronde la società di De Laurentiis crede fermamente nell’esterno offensivo dai colpi ad effetto. Personalità in crescita come i mezzi, lui che nell’uno contro uno ha già dato prova di qualità in Serie B a Carpi (20 presenze e 3 gol) dopo la palestra in Lega Pro a Rimini. Una concorrenza spietata in Nazionale come in squadra, ecco perché il Napoli lo dirotterà altrove per farsi le ossa: avrà modo di studiare ancora a distanza José Maria Callejon, suo primo riferimento.

ANDREA FAVILLI

Ruolo: Centravanti
Data di nascita: 17/05/1997
Altezza/Peso: 190 cm/85 kg
Squadra: Livorno
Valutazione: 300.000 €

Gemello di Orsolini ad Ascoli, squadra che l’ha visto segnare 8 reti sulla strada della salvezza. Esordiente in A con Allegri, allenatore che ne monitora i progressi: la Juventus mantiene infatti una prelazione con i marchigiani chiamati a riscattarlo dal Livorno. Chissà che non possa ricomporsi in bianconero la coppia dell’U-20, tuttavia non sono le pretendenti a mancare al centravanti toscano: fisico da vendere, fiuto del gol ma anche sacrificio e lavoro per la squadra. Qualcuno ci ha visto Luca Toni, autentica sentenza sotto porta.

LUCA VIDO

Ruolo: Centravanti
Data di nascita: 3/02/1997
Altezza/Peso: 182 cm/78 kg
Squadra: Milan
Valutazione: 350.000 €

Ecco l’eroe della sfida epica contro lo Zambia, autore del gol vittoria dopo le panchine riservate da Evani. Già due volte a segno al Mondiale U-17 prima dei guai alla spalla che ne hanno frenato la parabola, l’attaccante di proprietà del Milan sta recuperando il tempo perduto: fuoriquota dai buoni numeri nella Primavera rossonera fino a gennaio, poi la svolta a Cittadella (4 reti) in Serie B. Meno fisico ma più tecnico di Favilli, geniale e potente: mancano i centimetri, forse, ma il suo idolo indiscusso è Zlatan Ibrahimovic.

I più letti