Torino-Belotti, per il rinnovo il nodo è la clausola rescissoria. Le news di calciomercato

Calciomercato
©LaPresse

Trovato l'accordo sull'ingaggio, le parti proseguono il dialogo sul tema clausola rescissoria. Il giocatore vorrebbe che si aggiri tra i 20 e i 25 milioni di euro, Cairo spinge per metterla attorno ai 40 milioni

TORINO-ATALANTA LIVE

Una clausola rescissoria separa Andrea Belotti dal rinnovo con il Torino. È questo il nodo su cui le parti stanno lavorando per prolungare il contratto del capitano granata, in scadenza il 30 giugno 2022. Se da una parte c'è l'accordo sull'ingaggio su una base da 3,3 milioni all'anno (superiore rispetto a quello percepito attualmente dal Gallo), dall'altra le posizioni sono diverse per quanto riguarda la clausola rescissoria. Belotti, infatti, vorrebbe una clausola più bassa rispetto a quella da 100 milioni di euro che gli impedì di liberarsi dal Torino qualche stagione fa. L'attaccante spinge per una cifra che si aggiri tra i 20 e i 25 milioni di euro; il presidente granata, Urbano Cairo, invece, vorrebbe inserire una clausola intorno ai 40 milioni. 

I numeri di Belotti al Toro

leggi anche

Serie A, gli acquisti ufficiali di quest'estate

Le parti stanno trattando sul tema clausola per proseguire un matrimonio che va avanti da agosto 2015 quando il Torino acquistò Belotti dal Palermo. Da quel momento l'attaccante ha collezionato 228 presenze con la maglia granata, con 105 gol (ottavo miglior marcatore di sempre nella storia del Torino, il terzo in Serie A) e 26 assist. Nell'ultimo campionato ha siglato 13 gol in 35 partite, prima di laurearsi campione d'Europa con la maglia della Nazionale. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche