Calciomercato Inter, cosa potrebbe accadere a gennaio

Calciomercato
Andrea Paventi

Andrea Paventi

©Getty

Per l'Inter il mercato di gennaio non dovrebbe riservare grandi sorprese, a meno di opportunità irrinunciabili ma sempre alle giuste condizioni. Le priorità restano i rinnovi e la definizione del futuro di Eriksen: entro fine anno gli esami cardiaci per stabilire se potrà rimuovere il defibrillatore. In caso negativo, possibile la rescissione

I rinnovi

La priorità dell’Inter per la sessione di mercato invernale è consolidare la rosa attuale. Dopo aver rinnovato i contratti di Lautaro Martinez e Niccolò Barella adesso la missione di Marotta e Ausilio è trovare un accordo con Brozovic e il suo entourage per il prolungamento di un accordo in scadenza a giugno 2022 per un altro paio di stagioni con relativo aumento di ingaggio. La trattativa deve entrare ancora nel vivo ma l’Inter spera di poter arrivare alla fumata bianca nel giro di qualche settimana o al massimo nel corso del mese di dicembre. Altro incontro in chiave rinnovo dovrebbe riguardare la posizione di Federico Dimarco, giocatore duttile sempre più dentro i programmi dell’Inter e la considerazione di Simone Inzaghi che lo sta impiegando sempre più spesso nel corso della stagione. Il contratto con l’Inter scadrà tra un anno e mezzo ma la società vorrebbe definire al più presto la posizione del fluidificante classe 97, su cui anche alcun club importanti hanno chiesto informazioni. Ma l’Inter non ha nessuna intenzione di privarsene.

Eriksen si allontana

Poi andrà risolta la situazione legata al futuro di Christian Eriksen. Le possibilità che possa tornare a giocare con la maglia dell’Inter sono pochissime soprattutto se non dovessero sussistere le condizioni per l’espianto del defribillatore, condizione imprescindibile al momento (secondo il protocollo vigente) per ottenere l’idoneità sportiva e proseguire la carriera in Italia. A quel punto si potrebbe arrivare ad una rescissione con copertura assicurativa già prevista nel contratto del calciatore danese.

Bloccato Onana

Sul tavolo dei rinnovi non ci sono, invece, le situazioni di Perisic e Handanovic, anche loro in scadenza a giugno del prossimo anno ma le loro posizioni non saranno comunque lasciate cadere nel dimenticatoio e verranno affrontate più avanti, soprattutto quella del capitano della squadra. E a proposito di portieri gennaio dovrebbe essere il mese per definire il trasferimento di André Onana, portiere camerunense classe 1996 di proprietà dell'Ajax che va in scadenza a giugno e già bloccato dall’Inter l’estate scorsa.

Gennaio, mercato soft a meno che…

Questa la strategia ma senza l’uscita di calciatori, soprattutto in mezzo al campo, difficile prevedere nuove operazioni in entrata anche in prestito. E dopo la crescita di rendimento in queste settimane di Sanchez e Vidal, Inzaghi spera di poter fare ancora maggior affidamento nelle prossime settimane su un esterno come Dumfries, che sta ultimando il suo personalissimo rodaggio e Sensi che ha smaltito l’ultimo problema muscolare che lo aveva costretto ad un stop di quasi un mese dopo essere partito titolare nell’esordio in campionato dell’Inter contro il Genoa. Insomma, la rosa rimane importante e con valide alternative per consentire ad Inzaghi di non avere mai la coperta troppo corta per un mercato di gennaio soft, al netto di opportunità irrinunciabili e alle giuste condizioni.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche