user
18 dicembre 2017

Milan-Donnarumma, dal rifinanziamento alla dimensione tecnica del club: i nodi di una possibile cessione

print-icon

La possibile partenza del portiere continua a tenere banco in casa Milan. Il rifinanziamento e la dimensione tecnica del club rossonero sono i nodi da valutare, intanto Real Madrid e Paris Saint Germain restano alla finestra

VERONA-MILAN 3-0: GOL E HIGHLIGHTS

Non soltanto i pessimi risultati di questa prima parte di stagione, a tenere banco in casa Milan è sempre la situazione legata al futuro di Gianluigi Donnarumma. Chiarita la questione relativa alla presunta 'violenza morale' subita dal portiere al momento della firma del rinnovo del contratto con la società rossonera quest’estate, la possibile cessione rimane sempre all’ordine del giorno. Atteso che la partenza del numero 99 rossonero sembrerebbe tutt'altro che impossibile, le domande sono due: quando andrà via Donnarumma e a quale prezzo sarà ceduto dal Milan?

Rifinanziamento e dimensione tecnica del club, i nodi

Una partenza che per certi versi appare inevitabile, per Gigio Donnarumma il nodo cessione resta sempre vivo. Il portiere classe ’99, infatti, è senza dubbio il giocatore con cui la società rossonera può fare cassa in caso di necessità economico-finanziaria. Molto dipenderà dall'eventuale rifinanziamento del club. Se la società dovesse decidere di rifinanziarsi, avrebbe infatti maggiore forza economica e potrebbe resistere altri sei mesi, se invece  ciò non dovesse acccadere – con il rischio di passare tutto al fondo Elliot a ottobre –il Milan avrebbe assoluta necessità di incassare una cifra importante. Un altro fattore determinante è rappresentato dalla posizione in classifica e dalla dimensione tecnica del club rossonero. Per questi motivi la cessione di Donnarumma nell'arco delle prossime due sessioni di mercato rimane tutt'altro che impossibile. 

Milan, tante modifiche e stessi problemi: si cerca una soluzione

Il prezzo

Non appare ancora chiaro a quale prezzo potrebbe partire Donnarumma. C'era un’intesa morale, che poi non è diventata una clausola espressamente firmata, che parlava di cifre: 70 milioni con il Milan in Champions League e 40 milioni con il club rossonero fuori dall’Europa. In questo momento, dunque, il prezzo del portiere sarebbe non superiore ai 40 milioni. 

Cambiasso: "Milan? Messaggi poco chiari dalla società"

Real e PSG alla finestra

Ma chi può prendere un portiere come Donnarumma che ha rinnovato a 6 milioni a stagione? Le uniche due società in grado di acquistare il numero 99 rossonero sarebbero Real Madrid e Paris Saint Germain, che si stanno orientando al mercato dei portieri. Situazione complicata però per il Milan: essendo Donnarumma un portiere con un ingaggio pesante, attualmente in una squadra in crisi tecnica e finanziaria, è facile che i due club potenzialmente interessati provino a prendere per il collo la società rossonera offrendo non più di 30 milioni. Per questo, ancora una volta, sarà determinante lo stato di salute economico del club.

serie a, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI