21 maggio 2017

Giro d'Italia 2017, a Jungels la 15^ tappa. Dumoulin resta in rosa

print-icon
jun

Il corridore della Quick Step Floors vince la frazione che ha portato il gruppo da Valdengo (Biella) a Bergamo. L'olandese Dumoulin resta in maglia rosa, e dà ordine di aspettare il suo principale rivale Nairo Quintana vittima di una caduta a 35 km dalla fine. Nibali prova ad allungare nel finale, ma non basta

Con uno sprint ristretto nel finale, Bob Jungels ha vinto la 15^ tappa del Giro d’Italia che ha portato il gruppone da Valdengo a Bergamo (199 chilometri). L’olandese Tom Dumoulin resta in maglia rosa. Sul traguardo di viale Giovanni XXIII, a Bergamo, il corridore della Quick Step Floors ha superato il colombiano Nairo Quintana, che ha guadagnato 6" di abbuono su Dumoulin e si è piazzato al secondo posto; a seguire il francese Thibaut Pinot, terzo; il britannico Adam Yates, quarto; Domenico Pozzovivo, quinto; l'austriaco Patrick Konrad, sesto; Vincenzo Nibali, settimo. Seguono la maglia rosa Tom Dumoulin; il russo Ilnur Zakarin; l'olandese Bauke Mollema, decimo.

Quintana cade, Dumoulin lo aspetta

A 35 chilometri dall'arrivo è caduto Nairo Quintana. Il colombiano, nella discesa di Miragolo San Salvatore, ingannando da una traiettoria sbagliata di un compagno, è finito a terra, rischiando di picchiare contro il guard-rail, ma si è rialzato ed è stato costretto a cambiare la bicicletta una prima e una seconda volta. La maglia rosa Tom Dumoulin, assai sportivamente, ha ordinato ai compagni di rallentare per aspettare il rientro in gruppo di Quintana. Un bel gesto da parte dell'olandese nei confronti del principale rivale alla corsa per la vittoria finale.

L’Astana perde Kangert

A 10 dalla fine, a finire a terra è stato invece Tanel Kangert, settimo in classifica generale, capitano in pectore dell'Astana. L'estone non ha visto un paletto dello spartitraffico e si è ribaltato, compiendo un volo spettacolare. Un salto mortale che ha fatto temere il peggio: l’estone se l’è cavata con una frattura scomposta del gomito sinistro. Per l'Astana, dopo il forfait di Aru e la tragedia di Scarponi, continua la maledizione del Giro.

Nel finale ci prova Nibali

Dopo le cadute, cominciano gli scatti legati alla classifica. Dopo aver ripreso i cinque in fuga, Nibali va forte in discesa e crea un vuoto alle proprie spalle. A tre chilometri dalla fine viene però ripreso. Nel finale si forma un gruppetto di una decina di corridori - fra i quali la maglia rosa Dumoulin, Quintana e Pinot - battuti allo sprint proprio da Jungels, maglia rosa senza vittoria e da oggi volto-copertina del Giro 100. Ora si attende il tappone per eccellenza di martedì da Rovetta a Bormio, con il Mortirolo e la doppia scalata dello Stelvio.

 

Tutti i siti Sky