Caricamento in corso...
17 settembre 2017

Ciclismo, Mondiali di Bergen: alla Sunweb la cronosquadre

print-icon
sun

Doppietta della Sunweb nella cronosquadre Elite a Bergen (Foto Twitter)

La formazione tedesca, guidata da Tom Domoulin, si prende l'oro nella prova a squadre Elite davanti agli statunitensi della BMC e al Team Sky di Chris Froome e dell'azzurro Gianni Moscon

MONDIALI, CALENDARIO E RISULTATI

La Sunweb ha conquistato l'oro iridato nella cronosquadre Elite uomini ai Mondiali di Bergen. La formazione tedesca, guidata da uno specialista come l'olandese Tom Domoulin, vincitore dell'ultimo Giro d'Italia, ha chiuso i 42,5 km previsti in 47'50''42. La Sunweb ha interpretato al meglio il percorso, partendo bene ma lasciando benzina nel motore e arrivando al traguardo con tutti e sei gli effettivi. A trascinare il gruppo ci ha pensato uno scatenato Tom Domoulin, che ha dimostrato di aver ritrovato la gamba già vista sulle strade della corsa rosa la scorsa primavera. Seconda piazza e medaglia d'argento per gli statunitensi della BMC, staccati di 8''29, accumulati nel finale quando la formazione americana si è disunita, a causa anche della tanta stanchezza accumulata. Completa il podio il Team Sky, terzo a 22''35 dalla vetta. La chiave arriva nello strappo in salita (fatale a molti team), quando Geraint Thomas non riesce a tenere il ritmo della squadra e si stacca. Lo squadrone britannico resta con soli quattro elementi e si vede: si passa da un vantaggio di una decina di secondi al primo intermedio a 5'' di ritardo nel secondo. Nemmeno sotto i colpi di Chris Froome e Gianni Moscon, gli Sky riescono a tenere testa al super tempo della Sunweb. Quarti i campioni 2016 a Doha della Quick-Step Floors, mentre l'unica formazione italiana al via, la Sangemini, ha chiuso al 14^ posto. 

Donne, doppietta per la Sunweb

I Mondiali di Bergen si sono aperti con la cronosquadre Elite donne, a cui hanno partecipato 9 Team. La medaglia d'oro è andata, anche in questo caso, alla formazione olandese della Sunweb, formata da Lucinda Brand, Coryn Rivera, Floortje Mackaij, Sabrina Stultiens ed Ellen Van Dijk, che hanno completato il circuito di 42,5 km in 55’41” spodestando per 12” la connazionale Boels Dolmans, che non è riuscita a conservare il titolo conquistato lo scorso anno a Doha. Bronzo, così come nel 2016 nel deserto, per il team tedesco Cervelo Bigla, che ha chiuso a 28" dalle vincitrici, mentre scende dal podio la Canyon Sram (che presentava tra le proprie file l'azzurra Elena Cecchini), penalizzata dal salto di catena di un’atleta mentre era ancora in lotta per una medaglia. La formazione italiana Bepin Cogeas ha concluso ottava a 4’07”29 dalle vincitrici.

I PIU' VISTI DI OGGI