Mondiali di ciclismo su pista, a Roubaix rubate le bici della spedizione italiana

Ciclismo
italia_mondiali ciclismo_ipa

Disavventura per la spedizione italiana ai Mondiali di ciclismo su pista. Nella notte è stato scassinato il furgone e sono state rubate 20 biciclette del gruppo inseguitori e velocisti. "È stata opera di professionisti" ha commentato il capo delegazione Roberto Amadio 

ROUBAIX, LE MEDAGLIE CONQUISTATE DALL'ITALIA

Certamente non il miglior risveglio. La mattinata azzurra ai Mondiali di ciclismo su pista a Roubaix, infatti, è cominciata con una brutta notizia: le biciclette del gruppo inseguitori e velocisti della spedizione italiana sono state rubate nella notte. Il furgone, che doveva tornare in Italia, è stato scassinato e i ladri hanno trafugato 20 bici, di cui 15 da pista. “È stata opera di professionisti ben organizzati – ha spiegato Roberto Amadio, capo delegazione a Roubaix -. Sapevamo della difficoltà, da questo punto di vista, della trasferta. Per questo abbiamo scelto di soggiornare in un albergo con parcheggio privato e controllato. pur a costo di spostamenti giornalieri più impegnativi". Un'accortezza che non è bastata a evitare il furto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche