GP Cina, chiamata rossa: la Ferrari cerca conferme

Formula 1

Mara Sangiorgio

Dopo la sbornia di emozioni e soddisfazione australiane, la Ferrari arriva a Shanghai su una pista che tradizionalmente premia velocità e carico areodimanico. Riparte la sfida tra Mercedes e Ferrari, con un occhio anche alla Red Bull

GP CINA, LA PROGRAMMAZIONE COMPLETA SU SKY SPORT F1 HD

E' storia recente. Solo 12 mesi fa erano le prime avvisaglie di un Sebastian Vettel nervoso e una Ferrari in grande crisi tecnica. Un anno dopo, lo spirito a Shanghai è profondamente diverso. La vittoria alla prima gara della stagione ha confermato le buoni sensazioni sulla nuova rossa e ridato sorriso e spensieratezza a un pilota chiamato a Maranello per riportare quel titolo che manca da dieci anni.

Anche quella volta Kimi Raikkonen aveva aperto le danze a Melbourne vincendo. Ora, però, suggestioni ed emozioni vanno azzerate di nuovo. Bisogna ripartire da zero per confermarsi su una pista dove la Mercedes ha dominato nelle ultime tre stagioni, e Hamilton persino in quattro occasioni.

Gli ultimi anni insegnano che la freccia d'argento è favorita, quando a far la differenza sono velocità e carico aerodinamico. E questo circuito esalta proprio questi due aspetti. Sarà il primo vero confronto tra le due filosofie: passo lungo e passo corto. La Ferrari è chiamata a confermarsi, la Red Bull a provare a giocarsela là dove in Australia ha fallito. Con Mercedes e Ferrari. Come dodici mesi fa. Ma con meno punti interrogativi e più sorrisi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche