Ayrton Senna: 60 anni fa nasceva la leggenda della Formula 1

Formula 1

Il 21 marzo è il giorno della nascita di Ayrton Senna, indimenticato tre volte campione del mondo di F1. Classe e talento incredibili, ancora oggi uno dei campioni più amati del Motorsport. Per molti il migliore, un simbolo di riscatto per il Brasile

Ogni anno, per poco più di un mese, è come se il Brasile pigiasse sul freno della vita per rendere omaggio a una delle sue anime: Ayrton Senna. E così,  se il primo maggio se ne piange la tragica morte, ogni 21 marzo la malinconia lascia spazio ai ricordi più belli e intensi festeggiandone la nascita. Ayrton Senna, che oggi avrebbe compiuto 60 anni, per il Brasile era ed è più di una semplice passione sportiva: era ed è il simbolo del riscatto. Eroe dello sport, tre volte campione del mondo di F1, Ayrton è senso di appartenenza, riferimento per un intero Paese di fronte alle difficoltà. Un tema che torna prepotentemente attuale nei giorni della lotta al Covid-19.

La ricerca dell'erede

Il mito Senna, negli anni, ha alimentato anche la voglia di trovare un erede in grado di scaldare il cuore degli appassionati. Sarà per l'indubbio talento e sarà anche per quei lineamenti delicati in comune, ma in molti vedono in Leclerc quanto c'è di più vicino al momento in Formula 1 alla stella brasiliana. 

Lelcerc racconta il suo idolo

Di sicuro Senna è l'idolo del pilota Ferrari, come raccontato dallo stesso monegasco a Sky Sport alla vigilia del GP di Montecarlo del 2019: "Papà era un gran fan di Senna e tutto quello che mi ha raccontato me l'ha trasmesso Non direi mai che ho qualcosa di Senna, sarebbe arrogante. Ma è un esempio da seguire, perché aveva talento ma faceva anche il giusto lavoro per diventare quello che poi è diventato, entrambi gli aspetti sono importanti".

 

Solo il tempo ci dirà se i paragoni sono stati giusti o azzardati. Oggi ci basta ricordare uno dei più grandi, uno dei simboli eterni della Formula 1.

I più letti