MotoGp, Argentina: tra conferme e riscatti

MOTOGP

Paolo Enrico Lorenzi

Il secondo appuntamento stagionale ci dirà di più su Rossi, Vinales e Dovizioso già sul podio in Qatar. E sui delusi Lorenzo, Marquez e Iannone che avranno fame di rivincita

Il gran premio d’Argentina sarà occasione di conferme e di riscatti. Perché in Qatar hanno brillato stelle affermate, come l’inossidabile Valentino Rossi, resuscitato in gara dopo un difficile week end di prove, e astri nascenti come Maverick Vinales, autore di una gara perfetta.

Altri campioni hanno deluso, in misura diversa. Marquez ha corso in difesa, tradito da una gomma anteriore consumata troppo presto, ma sul tracciato a lui favorevole di Termas de Rio Hondo lo spagnolo punterà sicuramente al podio. Risultato che invece sembra ancora lontano per Jorge Lorenzo, deludente in Qatar dove ha chiuso 11° con 20 secondi di distacco.

Da rivedere anche Andrea Iannone che ha sorpreso tutti nei primi giri del Qatar prima di cadere, mentre alle sue spalle risaliva il sorprendente Aleix Espargarò. E poi c’è Andrea Dovizioso, meraviglioso secondo posto nella notte di Losail e protagonista di una splendida prova l’anno scorso in Argentina, vanificata dall’errore del suo ex compagno di squadra.

Attenzione, però, al debuttante Zarco, la sua fulminea partenza nella gara d’apertura ha stupito tanto gli avversari quanto la sua squadra, e forse anche lui stesso.

Saturday training at MotoRanch 📸 @camilss

Un post condiviso da valeyellow46 (@valeyellow46) in data:

I più letti