Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Gallinari dà il la, tutto facile per Denver

NBA
Nettamente a favore di Danilo Gallinari lo scontro diretto con Paul George (Foto Getty)

Venivano da 5 vittorie i Pacers e da 5 sconfitte i Nuggets ma finisce con un massacro, 140-112 per Denver, l'attesa partita londinese. In cattedra Danilo Gallinari nel primo quarto (18 alla fine per lui) e poi uno scintillante Nikola Jokic da 22, 10 rimbalzi e 7 assist

Alla O2 Arena di Londra c’è in prima fila mezza formazione dell’Arsenal — dal bomber cileno Alexis Sanchez a Mesut Ozil, ma anche Per Mertesacker, Hector Bellerin e Alex Oxlade-Chamberlain — affiancati dal centrocampista del Tottenham Hotspur Dele Alli, dal grande ex di Bayern Monaco e Chelsea Michael Ballack e poi dalla leggenda, Thierry Henry. Un vero parterre d’onore — cui si aggiungono il commissioner NBA Adam Silver, la biondissima cantante Ellie Goulding e lo stilista inglese di origine ghanese Oswald Boateng — accorso nella capitale inglese per assistere all’edizione 2017 dei London Games NBA, che mette gli uni di fronte agli altri Pacers e Nuggets. Danilo Gallinari saluta a centro campo insieme a Paul George il pubblico londinese prima del via — ambasciatori NBA in terra straniera — sfoggia un inglese che non ha niente da invidiare ai locali (e delle notevoli calze al ginocchio con lo Union Jack) e poi è pronto per la palla a due. Anzi, prontissimo. Inizia con 4/5 al tiro di cui tre triple per 11 punti nei primi sette minuti, giocati a ritmo alto dalle due squadre, con le difese praticamente assenti.

La prima spallata - Denver chiude il primo quarto avanti solo di un punto, 30-29, ma con un ispiratissimo Nikola Jokic (9 punti, 5 rimbalzi e 3 magnifici assist, uno più bello dell’altro) produce il primo vero strappo della partita, che porta la squadra del Colorado fino al +13 (62-49) approfittando anche di un inizio difficile della stella di Indiana Paul George, che sbaglia tutti tranne uno i suoi primi sette tiri di serata. Alla fine del primo tempo i Nuggets hanno già segnato 67 punti, sono avanti di 11, hanno mandato a segno 7 triple e distribuito 18 assist sui 25 canestri segnati. 

Indiana affonda - Se la nave di Indiana sembra imbarcare acqua già nel secondo quarto, nel terzo va definitivamente a picco incassando canestri dopo canestri senza soluzione di continuità. Prima ci pensa Gary Harris, con un gioco da tre punti seguito da una tripla, a portare il vantaggio sul +23 (86-63), poi risale in cattedra uno scintillante Jokic (che chiude il terzo quarto non lontano da una tripla doppia, con 20 punti, 10 rimbalzi e 6 assist) e infine due punti di Gallinari mettono fine a un ulteriore parziale di 8-0 Nuggets che porta il vantaggio sul +32 (97-65). La gara è definitivamente spaccata in due, visto che dopo i 37 punti subiti nel secondo quarto, Indiana viene travolta da altri 39 nel terzo quarto, chiuso con Denver abbondantemente sopra i cento punti (106-76) e percentuali sopraffine (oltre il 57% dal campo e quasi il 46% da tre).

Nel segno di Gallinari e Jokic - L'ultimo periodo sostanzialmente non si gioca, e mentre le squadre si trascinano verso l'inevitabile finale i dodici minuti conclusivi servono solo a mettere a posto qualche cifra: chiude con 18 punti e un ottimo 7/11 al tiro Gallinari, ancora meglio fa Jokic a quota 22, ma i Nuggets hanno praticamente tutto il quintetto in gran spolvero (21 di Wilson Chandler e 16 di Harris). Per i Pacers deludono George e Myles Turner (6/25 al tiro combinato, 10 punti il primo, 9 il secondo), ci provano ma non possono nulla Jeff Teague (16 e 9 assist) e C.J. Miles dalla panchina, il miglior realizzatore dei suoi a quota 20. Si diverte fino all'ultimo il pubblico di Londra - compresa la bella Ellie Goulding in prima fila - e si divertono ancora di più i Nuggets, che chiudono a 5 la striscia negativa, segnando la belleza di 140 punti. I Pacers all'opposto fermano a 5 quella di vittorie e risalgono il più in fretta possibile sull'aereo che li riporta a casa, dando così una nuova declinazione al termine Brexit.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport