Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Denver torna a vincere: 11 punti del Gallo

NBA

I Nuggets piazzano un parziale da 41-17 sul finire del primo tempo, rispondendo poi colpo su colpo al tardivo ritorno in gara degli Utah Jazz. Vince Denver 103-93, che riscatta il ko contro i T'wolves. Undici i punti di Danilo Gallinari

Andare a giocare in back-to-back- in alta quota a Denver ha da sempre le sue controindicazioni. Lo sanno bene gli Utah Jazz che neanche 24 ore dopo essersi visti segnare in faccia da Russell Westbrook il canestro della vittoria a 1.4 secondi, sono scesi nuovamente sul parquet al Pepsi Center, palesemente in affanno e con la spia della benzina accesa. I Jazz infatti durano poco più di un quarto d’ora, per poi lasciare ai Nuggets il comando delle operazioni. Gallinari e compagni sono bravi ad approfittarne e quando il punteggio sul finire del terzo periodo recita 80-63 per i padroni di casa, la pratica sembra ormai archiviata. Ma i Jazz hanno più volte dimostrato di essere squadra rognosa e guidati da otto punti di Rudy Gobert nel quarto quarto, si riportano sul meno quattro con 2 e 40 da giocare sul cronometro. A quel punto, a vincerla nel finale è il protagonista che non ti aspetti: Jameer Nelson segna sette dei suoi 17 punti negli ultimi quattro minuti di gioco e regala a Denver un successo che consolida l’ottava posizione della squadra del Colorado.

Gallinari da 11 punti - Protagonista ancora una volta Nikola Jokic, autore di 10 dei suoi 23 punti nel secondo quarto e dominante contro un avversario complicato come Rudy Gobert. Quattordici minuti letali per i Jazz quelli che precedono l’intervallo lungo, travolti da un parziale da 41-17 a cui partecipa anche Darrell Arthur, mandando a bersaglio tre triple una dopo l’altra che permettono ai padroni di casa di andare a riposo sul +12. Denver chiude con tutto il quintetto in doppia cifra, tra cui anche Danilo Gallinari con i suoi 11 punti in una non brillante serata al tiro chiusa con 3/10 dal campo.  Tanto basta ai ragazzi di coach Malone continuare l’altalena di vittorie e sconfitte che stanno alternando negli ultimi giorni e che allontana un po’ di più Portland, adesso distante una partita dal record dei Nuggets.

Ambizioni da ridimensionare? No, grazie – Alla squadra di Salt Lake City non bastano i 18 punti di Derrick Favors, il miglior realizzatore dei suoi in una serata in cui Gordon Hayward ha faticato a trovare ritmo in attacco. Il massacrante calendario NBA infatti presenta inevitabilmente il conto e per i Jazz, arrivati stanchi e soddisfatti dalle sei vittorie consecutive, è stata una due giorni difficile da metabolizzare, soprattutto dopo il ko di ieri. Battute d’arresto che non compromettono nulla di quanto fatto finora, con Utah che resta quinta a Ovest a una sola vittoria di distanza dai Clippers e con Thunder e Grizzlies più indietro a inseguire. Certo, due vittorie avrebbero significato quarto posto in solitaria, ma l’importante sarà occupare a metà aprile quella posizione. E la squadra di coach Snyder sembra avere tutte le carte in regola per riuscirci.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche