Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Spurs in scioltezza sulle spalle di Leonard

NBA

San Antonio apre i suoi playoff con un netto +29 sui Memphis Grizzlies, a cui non basta un super primo tempo di Marc Gasol. Kawhi Leonard pareggia il suo massimo ai playoff con 32 punti e gli Spurs si prendono Gara-1 vincendo 111-82

Il +29 finale del punteggio farebbe pensare a un dominio dei San Antonio Spurs dal primo all’ultimo minuto, ma la gara-1 giocata all’AT&T Center ha avuto uno sviluppo molto diverso rispetto al risultato finale. Sono stati infatti i Memphis Grizzlies a partire decisamente meglio, toccando anche il massimo vantaggio sul +13 nel corso del primo quarto e chiudendo con 5 lunghezze sui padroni di casa. Le cose hanno però cominciato a cambiare già sul finire del secondo quarto, quando gli Spurs hanno ripreso il controllo delle operazioni chiudendo il primo tempo sul +3 (52-49), andando poi a dominare la ripresa fino a toccare anche il +36. È stata soprattutto la difesa a decidere il secondo tempo, tenendo Memphis a soli 33 punti segnati mentre l’attacco ne ha prodotti 59, con un Kawhi Leonard in grandissimo spolvero da 32 punti — massimo in carriera ai playoff pareggiato. Gli stessi punti segnati anche da Marc Gasol, che dopo un primo tempo scintillante da 25 punti (record di franchigia) e 9/13 al tiro è calato come tutti i Grizzlies nella ripresa fermandosi a 7 punti con 2/5 dal campo, miglior marcatore di una squadra che ha mandato in doppia cifra solo altri due giocatori in Mike Conley (13 punti ma nessuno nel secondo tempo) e Andrew Harrison (10 tutti nella ripresa). Troppo pochi per impedire la nona sconfitta consecutiva ai playoff contro San Antonio, che ha avuto anche 20 punti da LaMarcus Aldridge (8/18 dal campo) e 18 da Tony Parker (8/13 al tiro in 22 minuti). “È andata male in fretta” ha dichiarato coach Fizdale. “Ci sono saltati addosso e hanno alzato il livello di pressione”.

Leonard dominante

“È questo che fanno le stelle: ai playoff alzano il livello di competizione” ha detto invece coach Popovich sul suo candidato MVP Kawhi Leonard. “Ha fatto tantissime grandi giocate per noi stasera. È un individuo molto determinato, e sta solo iniziando a capire quale possa essere il suo effetto in campo sui due lati del campo”. Privi di Tony Allen per tutta la serie, i Grizzlies se vogliono rimanere in questa serie devono trovare in fretta una contromisura a Leonard, che ha fatto il bello e il cattivo tempo chiudendo con soli tre errori al tiro (11/14), un perfetto 9/9 ai liberi, 3 rimbalzi, 5 assist e 2 recuperi, per un +17 di plus-minus superato solamente dalle ottime cifre della panchina. Le riserve degli Spurs, come al solito, hanno fatto un ottimo lavoro dominando quella degli avversari (Zach Randolph ha chiuso con -39 di plus-minus…), realizzando un parziale di 19-0 tra terzo e ultimo quarto che ha chiuso definitivamente gara-1. L’unica preoccupazione per i nero-argento è stato un taglio al volto per Manu Ginobili dopo una penetrazione al ferro, pur rientrando nel secondo tempo e giocando per 14 minuti (ma senza segnare). Con gara-2 prevista per domenica sera, Memphis dovrà trovare un piano partita diverso per attaccare la difesa degli Spurs, visto che dal primo quarto in poi hanno tirato solamente col 32% dal campo per un rating offensivo catastrofico di 78.2 punti segnati su 100 possessi, concedendone invece 128.4 dall’altra parte. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport