Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Cleveland vince anche gara-4 e chiude la serie

NBA
james_gara_4

I Cleveland Cavaliers passano il turno vincendo anche gara-4 grazie a 67 punti della coppia LeBron James-Kyrie Irving (35 uno, 27 l'altro). A Toronto, priva di Lowry, non bastano i 65 di Ibaka, DeRozan e Joseph: la loro stagione finisce qui con la sconfitta 102-109

Primo quarto

Partono decisamente meglio i padroni di casa, che con un parziale di 14-6 costringono subito i Cavs al timeout grazie a un eccellente precisione al tiro, specialmente dagli angoli. La difesa di Cleveland non riesce a tenere il passo, perciò Tyronn Lue decide di rispondere con l’attacco, inserendo Channing Frye che con 5 punti apre la scatola e propizia la rimonta dei Cavs. Dopo il 21-10 toccato da Toronto, gli ospiti rispondono con un 19-7 per chiudere il quarto sul 28 pari grazie a un LeBron James già a quota 10 punti e 3 assist nei primi 12 minuti giocati per intero. Sei punti anche per Kyrie Irving, mentre dall’altra parte vanno tutti a segno tranne Fred VanVleet, con Serge Ibaka a quota 7 e DeMar DeRozan a 5, pagando però le 5 palle perse.

Secondo quarto

Cleveland mette la testa avanti subito, e nonostante qualche timido tentativo di Toronto di rimanere in partita, deve arrendersi davanti all’entrata in scena di Kyle Korver. La mano del numero 26 dei Cavs è caldissima: sono 16 i suoi punti all’intervallo, tutti pesantissimi grazie a un clinic di tiro da 6/8 dal campo e 4/6 da tre punti che porta gli ospiti al massimo vantaggio sul +14, prima di chiudere sul 61-49 alla pausa lunga. Toronto prova a rimanere a contatto trovando Serge Ibaka vicino a canestro (13 i suoi punti, il migliore dei suoi) e Cory Joseph (11), ma nonostante il 50% al tiro non riesce a tenere il passo, rimanendo indietro soprattutto per le 10 sanguinose palle perse. Il migliore della partita, ovviamente, è LeBron James: all’intervallo sono 16 i suoi punti con 5 rimbalzi e 5 assist, a cui si aggiungono i 6 di un Kyrie Irving da 13 punti. In generale Cleveland produce 18 assist su 24 canestri segnati: un ritmo decisamente insostenibile per l’attacco di Toronto, che deve cambiare tono soprattutto in difesa se non vuole chiudere anticipatamente la stagione.

 

Terzo quarto

Si apre con un tecnico a Jonas Valanciunas il secondo tempo di Toronto, che sprofonda subito a -16 e per un momento sembrano aver mollato mentalmente prima ancora che fisicamente. Poi piano piano iniziano ad entrare i tiri in uscita dai raddoppi che hanno sbagliato quasi sempre nel primo tempo, andando coi tempi giusti negli angoli per le conclusioni da tre che ricuciono lo strappo fino al -5 con cui si conclude il quarto. Cleveland, dal canto suo, perde ritmo in attacco e smette di muovere il pallone, segnando solo 24 punti nella frazione nonostante James sia già a quota 26 e Frye tocchi quota 10 dalla panchina con 2/3 dall’arco.

Quarto quarto

Toronto torna a contatto e addirittura sorpassa sul 93-92 dopo un gioco da tre punti di Serge Ibaka, ma da lì in poi Cleveland pigia di nuovo sull’acceleratore grazie soprattutto a un eccellente Kyrie Irving, che da solo realizza un parziale di 11-2 e indirizza di nuovo la serie dalla parte di Cleveland. Intanto, LeBron James si prende in consegna la marcatura di DeRozan e i Cavs non hanno più bisogno di raddoppiare sul numero 10 dei canadesi, e i tiri che avevano rimesso in gara i Raptors magicamente spariscono. Il vantaggio dei campioni in carica torna a +11 dopo una tripla di LeBron James che sa tanto di paletto nel cuore: finisce 109-102 e Cleveland avanza alla finale di conference per il terzo anno in fila.

 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche