Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Gallinari ne segna 28 e guida la rimonta dei Clippers contro i Mavericks

NBA

Il miglior Danilo Gallinari della stagione è decisivo nel successo di L.A. ai danni di Dallas. Il Gallo segna 7 dei suoi 28 punti nel parziale decisivo di 13-0 per chiudere la sfida, tra cui i due liberi del sorpasso a 24 secondi dalla fine. Quarto successo nelle ultime cinque per i Clippers, che ora sono a mezza partita di distanza dai playoff.

IL TABELLINO

Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV! Clicca qui

Dopo una stagione contrassegnata dagli infortuni, finalmente Danilo Gallinari sta bene — e si vede. La sua miglior prestazione stagionale da 28 punti con 9/13 al tiro, 4/5 da tre e 5 rimbalzi è servita agli L.A. Clippers per rimontare e battere i Dallas Mavericks, superati in volata con un parziale di 13-0 negli ultimi quattro minuti di gara. Gallinari è stato protagonista nella rimonta segnando 7 di quei 13 punti soprattutto dalla lunetta, realizzando un perfetto 6/6 (48/49 il suo score dalla lunetta in stagione, gli ultimi 46 consecutivi) tra cui i due che sono valsi il sorpasso a 24 secondi dalla fine sul 102-101, rimediando a una sua palla persa precedente e capitalizzando sul sesto fallo di un disastroso e inesperto Dennis Smith Jr. (due palle perse sanguinose e un fallo a metà campo di pura frustrazione concedendo la possibilità del sorpasso). Un finale emozionante che ha permesso ai Clippers di rimediare a una partita giocata quasi tutta in svantaggio, scivolando a -10 nell’ultima frazione per via dell’ottima serata al tiro degli ospiti (17/42 dall’arco, 7 del solo Wesley Matthews autore di 23 punti) che nel corso del primo tempo avevano anche festeggiato l’ennesimo traguardo raggiunto da Dirk Nowitzki. La leggenda tedesca - a cui, incredibilmente, hanno sbagliato lo spelling del cognome sulla maglia di questa partita storica - ha superato quota 50.000 minuti in carriera come solamente altri sei giocatori nella storia della NBA, chiudendo la sua gara con 12 punti e 6 rimbalzi con 4/11 al tiro, uno dei cinque giocatori in doppia cifra insieme a Matthews, Devin Harris (16), J.J. Barea (12) e Smith (12 ma con 5/17 al tiro). Sono invece quattro i compagni di Danilo Gallinari ad aver chiuso sopra quota 10, tra i quali spicca Tobias Harris da 19 (9/20 dal campo), Lou Williams con 15 e 8 assist (silente per la maggior parte della gara), Avery Bradley con 12 e Sam Dekker con 10, mentre DeAndre Jordan ha chiuso con 6 punti e 13 rimbalzi pur facendo fatica a contenere Salah Mejri a rimbalzo d’attacco.

Si accende la corsa ai playoff: Clippers a mezza partita dai Pelicans

Proprio il centro tunisino ha provato fino all’ultimo a dare un’opportunità ai suoi, facendosi sentire sotto canestro (3 rimbalzi offensivi) e forzando la palla a due che a pochi secondi dalla fine avrebbe potuto dare l’ultimo possesso offensivo ai Mavs. Il suo tocco è però finito nella sua metà campo dove Avery Bradley ha raccolto ed è andato a schiacciare il definitivo 104-101 a 7 decimi dalla fine, pur concedendo stupidamente un ultimo tiro agli avversari piuttosto che lasciar scorrere il cronometro fino allo zero. Un errore che fortunatamente i Clippers non hanno pagato a caro prezzo, conquistando la quarta vittoria nelle ultime cinque partite e riportandosi a mezza partita di distanza dall’ottavo posto occupato dai New Orleans Pelicans, sconfitti in casa dai caldissimi Utah Jazz reduci da sei successi in fila e distanti ora solamente due partite e mezza dai Clippers. In attesa che si risolva il mercato con la deadline di giovedì alle 21 italiane e si capisca quale sarà il futuro di DeAndre Jordan e Lou Williams, i Clippers ora possono contare su un Danilo Gallinari in più per puntare ai playoff.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche