03 luglio 2018

NBA, continua la rivoluzione in casa Lakers: arriva Rajon Rondo, addio a Julius Randle

print-icon

Sull'asse Los Angeles-New Orleans nella notte arriva un doppio movimento che porta la point guard ex Pelicans in California al fianco di LeBron James ma vede l'addio del n°30 gialloviola che va a raggiungere il suo amico Anthony Davis in Louisiana

Le porti girevoli di casa Lakers restano in continuo movimento. Un giorno dopo il grande annuncio dell’arrivo in gialloviola di LeBron James (seguito immediatamente dall’annuncio della conferma di Kentavious Caldwell-Pope e degli ingaggi di Lance Stephenson e JaVale McGee) altri due movimenti – uno in entrata, uno in uscita – portano Los Angeles ancora all’attenzione di tutti. Con un contratto annuale del valore di 9 milioni di dollari, la squadra di coach Luke Walton accoglie Rajon Rondo, la point guard che nell’ultima stagione ha guidato l’attacco dei New Orleans Pelicans, trascinandoli ai playoff e al passaggio del primo turno contro Portland, risultato ottenuto grazie anche alle ottime prestazioni di Rondo, miglior passatore della postseason NBA con 12.2 assist cui ha unito 10.3 punti. L’ex campione con la maglia dei Boston Celtics nel 2008 entra in competizione diretta con Lonzo Ball per il ruolo di regista dei nuovi Lakers, con la possibilità di agire da mentore al giovane talento californiano ma anche di assicurare minuti importanti e portare tutta la sua esperienza a una squadra giovane in cerca disperata di leadership (sicuramente trovata con la firma di LeBron James). Lo stesso James ha più volte lodato l’intelligenza tattica di Rondo, una delle menti dietro al successo dei Celtics dei “Big Three” Pierce-Allen-Garnett, e da quando filtra da Los Angeles c’è il suo sigillo di approvazione sulla firma dell’ex point guard dei Pelicans così come su tutti i nuovi arrivi delle ultime 24 ore. Lo spazio salariale necessario a mettere sotto contratto Rondo ai Lakers è stato ricavato rinunciando a Julius Randle, che da unrestricted free agent si è subito accasato proprio nella ex squadra della nuova point guard di L.A., a New Orleans. Reclutato a quanto pare molto attivamente da Anthony Davis, che con Randle (e a dire il vero anche con Rondo) condivide la provenienza collegiale da Kentucky, l’ala ex Lakers ha trovato l’accordo per un biennale da 18 milioni di dollari che vede il giocatore in possesso dell’opzione per il secondo anno di contratto. Alla luce delle mosse di mercato dei Lakers – tra l’arrivo di LeBron James e quello di JaVale McGee – si dice che Randle abbia sentito diminuire l’importanza del proprio ruolo e l’eventuale spazio nelle rotazioni, chiedendo così alla società di rinunciare ai suoi diritti. Un desiderio subito esaudito dai Lakers che lo hanno reso unrestricted free agent per sole poche ore, prima che l’ala reduce dal miglior anno della sua carriera – 16.1 punti e 8 rimbalzi di media – trovasse subito casa in Louisiana.

Il talento di Julius Randle sui due lati del campo

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi