Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA: i Brooklyn Nets vogliono Kyrie Irving senza rinunciare a D'Angelo Russell

NBA

I newyorchesi, rilanciati dopo una stagione da playoff, adesso puntano a fare il definitivo salto di qualità grazie alla free agency: l'obiettivo è mettere le mani sul n°11 dei Celtics per formare con l'ex Lakers uno dei backcourt più letali della Lega

LA LISTA DEI MIGLIORI FREE AGENT

A Brooklyn dopo il ritorno ai playoff del mese scorso vogliono continuare a sognare in grande. E per farlo, per una volta, potrebbero essere i Nets a rifilare un bel colpo ai Celtics – anni dopo la trade disastroso che per diverse stagioni ha condannato i newyorchesi a restare sul fondo della Eastern Conference. Kyrie Irving è il principale oggetto dei desideri di Brooklyn; un All-Star di primissimo livello, cresciuto nel New Jersey guardando le partite dei Nets e molto vicino negli ultimi mesi alla franchigia di New York. La notizia degli ultimi giorni è che Irving e il suo staff non hanno mai nascosto il loro interesse nei confronti dei Nets: qualora il n°11 dovesse lasciare Boston, Brooklyn resta una delle sue mete preferite, sottolineando come i progressi messi in mostra negli ultimi mesi lascino ben sperare in un futuro roseo. L’unico grosso dubbio però era legato a un’altra presenza in spogliatoio, quella di D’Angelo Russell – anche lui a caccia di un rinnovo e di un contratto pesante nelle prossime settimane. A livello di spazio salariale, per Brooklyn non sarebbe un problema mettere entrambi sotto contratto e anche la convivenza sul parquet a questo punto appare come un nodo facilmente superabile. L’idea in casa Nets infatti è chiara: Irving e Russell possono coesistere sul parquet; scenario che trova conferma anche nelle parole di Kevin Boyle – unico coach ad aver allenato entrambi – che ha più volte sottolineato come i due messi insieme non solo possano sopravvivere, ma addirittura pensare di diventare letali. Boyle è stato il coach dell’ex Cavaliers alla St. Patrick High School nel New Jersey, prima di guidare la seconda scelta assoluta dei Lakers a due titoli nazionali alla Montverde Academy. Le sue parole raccolte dal New York Post sono inequivocabili: “Sono convinto al 1000% che possa funzionare: D’Angelo conosce bene Kyrie, adora il suo stile e lo rispetta. E questo vale per entrambi, possono darsi una mano e crescere fianco a fianco. Già me li immagino stringere i denti e lottare assieme, non sempre è scontato che ci sia chimica tra due giocatori. Nel loro caso sono certo che sarebbe un balzo in avanti per entrambi: a un duo del genere non manca nulla, possono tirare e passare a loro piacimento”. Piani che a Brooklyn farebbero con piacere nei prossimi mesi; prima però c’è da chiudere un paio di trattativa che permetterebbero ai newyorchesi di tornare a pensare in grande.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche