Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, New York: licenziato Fizdale, Mike Miller coach ad interim

NBA
©Getty

Dopo il pesante ko casalingo contro Denver e l’ultimo posto a Est con un record di 4 vittorie e 18 sconfitte, i New York Knicks hanno deciso di licenziare coach David Fizdale. Via anche il primo assistente Keith Smart. La squadra è stata affidata provvisoriamente a Mike Miller (solo omonimo dell'ex giocatore di Orlando e Memphis)

Il terribile inizio di stagione dei New York Knicks è costato la panchina a coach David Fizdale. Dopo una striscia di otto sconfitte consecutive, culminata con il -44 di Milwaukee e il -37 casalingo contro Denver (con tanto di fischi del Madison Square Garden), New York ha deciso di licenziare il suo capo allenatore. Avventura finita anche per il suo primo assistente Keith Smart, con la squadra che è stata affidata provvisoriamente a Mike Miller (solo omonimo dell’ex giocatore di Orlando e Memphis). Fizdale paga un record stagionale di 4 vittorie e 18 sconfitte, il peggiore della Eastern Conference e il peggior avvio nella storia di New York al pari con quello del 2014-15. I Knicks sono ultimi nella lega per punti segnati per partita (103.7), percentuale dal campo (42.2%) e efficienza offensiva (101.9 punti su 100 possessi). Fizdale era arrivato nella Grande Mela la scorsa stagione, dopo essere stato licenziato all’inizio del suo secondo anno sulla panchina di Memphis. La sua avventura ai Knicks si conclude con un record complessivo di 21 vittorie e 83 sconfitte, pari a una percentuale di vittorie del 20.2%, la quinta peggiore negli ultimi 30 anni di NBA per un allenatore con almeno 100 partite con una singola squadra.

Indiana prima sfida per Miller

Il primo impegno per il coach ad interim Mike Miller sarà al Madison Square Garden contro gli Indiana Pacers nella notte tra sabato e domenica. Miller, 55 anni, era entrato a far parte dello staff di Fizdale in questa stagione dopo aver guidato per quattro anni i Westchester Knicks, la squadra di G-League di New York. Per lui un record di 108 vittorie e 92 sconfitte, tre playoff disputati in quattro stagioni e un titolo di miglior allenatore dell’anno nel 2017-18. La dirigenza Knicks spera che il cambio in panchina (in attesa di individuare il sostituto definitivo) possa dare una scossa alla squadra e una sterzata a una stagione fino a qui terribile, con New York avviata a mancare i playoff per il settimo anno consecutivo

I più letti