Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, il gesto di Kevin Love: 100.000 dollari per i lavoratori dell’arena dei Cavaliers

CLEVELAND

La stella dei Cleveland Cavaliers ha deciso di donare 100.000 dollari per aiutare i lavoratori dell’arena che non guadagneranno a seguito della sospensione della stagione NBA. “Spero che altri facciano lo stesso” ha detto a ESPN

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

La NBA è un business da oltre 7 miliardi di dollari all’anno che dà lavoro a tantissime persone. Tra queste ci sono i lavoratori delle arene, che nei giorni delle partite vengono pagati ad ore e che — complice la sospensione di un mese della stagione regolare — rischiano di non ricevere stipendio. Per questo Kevin Love ha deciso di fare per primo la sua parte, donando 100.000 dollari per aiutare le oltre mille persone che lavorano alla Rocket Mortgage Fieldhouse di Cleveland, la casa dei Cavs. “La mia speranza è che altri si facciano avanti” ha scritto Love a ESPN, con i suoi soldi che andranno ad aggiungersi a quelli già previsti dai Cavs per sviluppare “un programma di compensazioni che continuino a pagare il nostro staff per gli eventi e la forza lavoro a ore che subirà gli effetti dei cambiamenti al nostro normale calendario di eventi”. È la linea tracciata da Mark Cuban dei Dallas Mavericks, che già nelle ore successive alla sospensione aveva intrapreso i passi necessari per supportare finanziariamente i lavoratori il cui compenso era in pericolo, e che anche il proprietario degli Atlanta Hawks vuole seguire, anche se non tutte le franchigie NBA possiedono l’arena in cui giocano (ad esempio i Los Angeles Lakers non sono proprietari dello Staples Center).

 

Il messaggio di Love su Instagram: "Siate gentili"

Kevin Love ha poi postato su Instagram un selfie di lui insieme ai lavoratori durante il recente rinnovamento dell’arena, accompagnandolo con un lungo post. “Tutti affrontano situazioni stressanti in maniera diversa. L’ansia e la paura derivanti dalla diffusione del COVID-19 può essere soverchiante. Sono preoccupato per il livello di ansia che tutti stanno provando ed è per questo che donerò 100.000 dollari attraverso il Kevin Love Fund per supportare lo staff dell’arena dei Cavs. Spero che in questo momento di crisi altri si uniranno a me in sopporto delle nostre comunità. Le pandemie non sono solo un fenomeno medico, ma impattano sulle persone e sulla società a tantissimi livelli. Siate gentili gli uni con gli altri. Siate comprensivi delle loro paure, indipendentemente che le proviate anche voi oppure no. State al sicuro e prendete decisioni informate durante questo periodo. Incoraggio tutti a prendersi cura e a fare uno sforzo verso gli altri — che sia supportando i vostri enti di beneficienza della zona oppure semplicemente confortando colleghi e famiglia”.

NBA: SCELTI PER TE