Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Rudy Gobert: "Ho parlato con Mitchell, vogliamo vincere un titolo insieme"

coronavirus
©Getty

Le prime parole ufficiali del lungo francese dei Jazz sono un segnale distensivo nei confronti del compagno di squadra - tornato in contatto con lui un mese di silenzio: "Il mio rapporto con lo spogliatoio non è perfetto, ma alla fine l'unica cosa che conta è la voglia di vincere"

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI LIVE

Getta acqua sul fuoco Rudy Gobert e prova a placare le tante voci che nelle ultime settimane hanno raccontato di come il suo rapporto con Donovan Mitchell - e secondo alcuni più in generale con tutto lo spogliatoio degli Utah Jazz - sia arrivato al capolinea a seguito di quanto successo con il contagio da coronavirus. La mancanza d’attenzione e l’atteggiamento tenuto nei giorni precedenti alla scoperta della positività sono diventati un macigno che nelle ultime settimane grava sulle spalle del francese - tornato a parlare via Instagram nella prima intervista dopo un mese di assoluto silenzio. Gobert ha raccontato di come il suo rapporto con i compagni, e in particolare con Mitchell, può e deve tornare quello di prima: “È vero che dopo quanto successo non abbiamo parlato per un po’ di tempo, ma ci siamo sentiti di nuovo qualche giorno fa. Siamo entrambi pronti a tornare in campo per provare a vincere un titolo NBA con gli Utah Jazz”. Nessun tipo di attrito o di problema da risolvere? “Non è una questione di non essere professionisti, ma sappiamo come anche nel mondo dello sport ognuno abbia un rapporto differente con i colleghi - e le cose non vanno mai in maniera perfetta. Anche io e i miei compagni non lo siamo, abbiamo un bel po’ di difetti. Ma alla fine di tutto, entrambi vogliamo la stessa cosa - ossia, vincere. Sia io che Mitchell siamo degli uomini adulti e sappiamo entrambi cosa fare per mettere la squadra nella condizione migliore per puntare al successo”. Chris Haynes di Yahoo Sport ha poi aggiunto via Twitter che la telefonata da Gobert ci sarebbe stata sabato - un primo passo per ricomporre la frattura. Una chiacchierata in cui entrambi hanno ripercorso le difficili settimane di convivenza con la malattia, ritrovando quel contatto personale totalmente perso nell’ultimo mese. “C’è ancora molto lavoro da fare”, sottolineano anche fonti interne ai Jazz, ma un segnale distensivo del genere è il primo passo per far sì che entrambi ritornino a essere focalizzati sullo stesso obiettivo come accaduto in passato.

NBA: SCELTI PER TE