Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, è rottura tra Mitchell e Gobert: "Il rapporto non sembra recuperabile"

UTAH
©Getty

Le due stelle degli Utah Jazz sembrano ancora ben lontani dal fare pace dopo quanto successo un mese fa con il primo caso di coronavirus in NBA. Secondo quanto rivelato da una fonte a The Athletic "il rapporto non sembra recuperabile", anche se il compagno Joe Ingles si è detto sicuro che i due torneranno ad andare d’accordo

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI DELL'11 APRILE

È passato ormai un mese da quando la positività di Rudy Gobert al coronavirus ha portato la NBA a sospendere la stagione, ma le conseguenze di quell’evento non si sono ancora fermate. La susseguente positività di Donovan Mitchell, infatti, ha creato una frizione che la stessa guardia degli Utah Jazz non ha nascosto in diretta nazionale a Good Morning America, ammettendo di essersi arrabbiato con il compagno per il suo comportamento irresponsabile nei giorni precedenti alla sua positività. Una frustrazione condivisa anche dalla franchigia, visto che nei giorni precedenti (e il giorno stesso di quando ha toccato i microfoni dei giornalisti) la squadra aveva avuto diversi incontri per parlare di misure preventive contro il coronavirus. Nonostante una prima notizia di rappacificamento tra i due (che hanno entrambi recuperato pienamente dal COVID-19), secondo quanto scritto in un lungo articolo da The Athletic "il rapporto tra i due non sembra recuperabile", come rivelato da una fonte a conoscenza delle dinamiche della situazione. Non c’è modo di sapere chi dei due ha attaccato il coronavirus all’altro, visto che erano soliti sedersi vicini sui bus e sugli aerei (cosa che la franchigia ha provato a far capire a Mitchell, il quale ha deciso di non farsi intervistare per il pezzo alla pari di Gobert), ma la speranza dei Jazz è che con il tempo il rapporto tra i due possa tornare solido come un tempo.

Ingles: "Sono fiducioso che andrà tutto bene"

Tra i giocatori dei Jazz che hanno accettato di parlare della situazione c’è Joe Ingles, uno dei pilastri dello spogliatoio della squadra di coach Snyder. E l’australiano si è detto ottimista che le cose possano migliorare: “Sono fiducioso che andrà tutto bene. Ho sentito quello che ha detto Donovan, e da un certo punto di vista risolvere i loro problemi è una questione tra lui e Rudy. Ma non ho alcun dubbio che quando torneremo ad allenarci o quando ricomincerà la stagione la nostra squadra tornerà a essere quello che è sempre stata. Sono fiducioso che andrà tutto bene e che la chimica di squadra sarà solida”. L'australiano su Twitter ha poi risposto ironicamente a un tifoso che gli chiedeva se fosse arrabbiato anche lui con Gobert: "Sono arrabbiato solo per il fatto che non posso andare da lui a mangiare gratis: ha un grande chef!". Solo il tempo ci dirà se avrà ragione oppure se quanto successo a Oklahoma City cambierà le sorti degli Utah Jazz in maniera davvero imprevedibile.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche