Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Andre Iguodala indica il miglior difensore su Steph Curry: "È Jrue Holiday"

OPINIONI
NEW ORLEANS, LA - OCTOBER 20:   at Smoothie King Center on October 20, 2017 in New Orleans, Louisiana.  NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this photograph, User is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. (Photo by Sean Gardner/Getty Images)

Il tre volte campione NBA ha dichiarato in un podcast che Jrue Holiday è l’unico difensore ad “aver lasciato un segno” su Steph Curry in carriera. “L’ho visto marcare Steph meglio di chiunque altro e anche su Kevin Durant mi sono detto: wow. Avrebbe dovuto vincere due o tre titoli di Difensore dell’Anno”

Dall’alto della sua lunghissima esperienza in NBA, Andre Iguodala ha visto tanti grandi giocatori, sia da avversario che da compagno di squadra. Ce n’è uno in particolare però che ha colpito la sua attenzione per le sue doti difensive, in particolare nel marcare uno dei suoi compagni più famosi — Steph Curry. In un’intervista con Bill Simmons su The Ringer, l’MVP delle Finals 2015 ha indicato in Jrue Holiday il miglior difensore in assoluto in marcatura sul due volte MVP: “L’ho visto marcare Steph Curry molto bene, meglio di chiunque altro io abbia mai visto, anche se Steph ha comunque segnato i suoi canestri. E l’ho visto anche marcare Kevin Durant per 40 minuti, e mi sono detto: wow. Ma lo sapevo già, perché eravamo stati compagni [a Philadelphia dal 2010 al 2012, ndr]”. Iguodala inoltre pensa che Holiday non abbia ricevuto il riconoscimento che meritava nel corso della sua carriera: “Avrebbe dovuto vincere il premio di Difensore dell’Anno due o tre volte, o essere nominato primo quintetto difensivo ogni anno, ma non è mai stato riconosciuto come un nome di quel livello”. Holiday nel corso della sua carriera ha anche “messo la museruola” a un giocatore del calibro di Damian Lillard nei playoff del 2018, infliggendo un pesante 4-0 con la sua difesa asfissiante nei confronti di uno dei migliori playmaker della NBA tenuto al 35% dal campo e il 30% da tre nella serie. E anche se con i Pelicans non è riuscito a battere gli Warriors, il ricordo di quelle partite è rimasto bene impresso anche a un grande difensore come Iguodala.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche