Please select your default edition
Your default site has been set

Denver-Clippers gara-5, Jokic&Co con le spalle al muro. Stanotte su Sky Sport

playoff nba

Dopo la netta sconfitta in gara-4 i Nuggets sono chiamati a una risposta per tenere viva la serie contro i Clippers. Per Denver sarà fondamentale riuscire a contenere in qualche modo Kawhi Leonard e ritrovare il miglior Jamal Murray. Gara-5 stanotte (tra venerdì e sabato) in diretta alle 00.30 su Sky Sport NBA

Può essere l’ultima chiamata per Denver in questi playoff 2020 quella di stanotte in gara-5 contro i Clippers (diretta su Sky Sport NBA alle 00.30). Sotto 3-1 nella serie i Nuggets sono in cerca delle energie tecniche e nervose per ribaltare un pronostico che sembra segnato. Anche perché dall’altra parte c’è un Kawhi Leonard bionico, che nella bolla sta giocando da MVP. Una prima chiave per gli uomini di coach Malone sarà proprio quella di cercare di limitare Kawhi, dominante in gara-4 con 30 punti, 11 rimbalzi e 9 assist in un match a punteggio basso (96-85). Non a caso l’unico successo dei Nuggets nella serie, in gara-2, è arrivato nell’unica uscita sotto i 20 punti (13) della stella avversaria. Gara-2 è stata anche la sola che ha visto Jamal Murray oltre quota 20 punti (27), mentre contro la difesa tosta dei Clippers nelle altre partite – perdenti – non è riuscito a replicare gli exploit della incredibile serie contro Utah. Ecco, limitare Leonard e ritrovare Murray sarebbe già un buon punto di partenza per Denver per restare attaccati a questi playoff. 

Le altre chiavi

leggi anche

Porter Jr.: “C’è bisogno non solo di Jokic-Murray”

Coach Rivers sa di poter contare sulla solidità di Kawhi, che non tradisce quasi mai nei momenti chiave. Ma non è certo l’unica freccia nell’arco dell’allenatore di Clippers. La squadra di Los Angeles ha molteplici opzioni in attacco, con vari giocatori con tanti punti nelle mani, a partire da Paul George e Lou Williams. Un problema in più per la difesa avversaria. I Nuggets da parte loro stanno avendo un buon apporto di Nikola Jokic nella serie, nettamente il migliore dei suoi, ma per pensare di vincere hanno bisogno del contributo anche di altri giocatori. A pensarla così è anche Michael Porter JR. Il rookie di Denver non ha avuto paura di reclamare più palloni dopo la sconfitta in gara-4, criticando le scelte del proprio staff tecnico. “Nel secondo tempo non ho toccato palla – ha detto – abbiamo continuato ad andare da Jokic e Murray, ma per battere i Clippers abbiamo bisogno di coinvolgere più giocatori, non possiamo essere prevedibili”. Vedremo se coach Malone – che sicuramente non avrà apprezzato l’attacco – cambierà comunque qualcosa nel suo piano partita in gara-5 per provare ad allungare la serie.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche