Please select your default edition
Your default site has been set

Draft NBA, LaMelo Ball male nei colloqui con le squadre? Potrebbe non essere vero

DRAFT
©Getty

Secondo quanto riportato dallo Charlotte Observer, i colloqui di LaMelo Ball con le squadre sarebbero andati molto male, facendo crollare le sue quotazioni in vista del Draft. Realtà o voce fatta circolare ad arte dagli Hornets?

Il mese che precede il Draft solitamente è uno dei periodi dell’anno in cui maggiormente le squadre NBA fanno pretattica. Uno degli strumenti più utilizzati sono i cosiddetti “smokescreen”, praticamente delle voci fatte uscire ad arte sulla stampa per cercare di coprire le proprie reali intenzioni oppure per influenzare le quotazioni dei prospetti. La notizia che sta circolando da qualche giorno potrebbe facilmente ricadere nella categoria degli “smokescreen”, specialmente considerando la fonte: secondo quanto detto dal giornalista Rick Bonnell dello Charlotte Observer, le quotazioni di LaMelo Ball sarebbero in picchiata: “A quanto sento in giro per la lega non sta andando bene nei colloqui con le squadre e non sta migliorando la sua percezione. Ci sono squadre in fondo alla top-10 che si stanno preparando alla possibilità che LaMelo sia ancora disponibile. Non dico che non sarà una delle prime tre scelte, ma che ci sono squadre che stanno aumentando le ricerche su di lui, e che non danno più che scontato che sia già andato quando sceglieranno”. 

approfondimento

Draft NBA: la lista definitiva dei 100 di ESPN

Ci sono vari motivi per dover prendere con le pinze le parole di Bonnell. La prima è che, essendo il beat writer di riferimento, è molto vicino agli Hornets, che scelgono alla 3 e avrebbero bisogno di un’aggiunta di talento come quella che comporterebbe uno come Ball — e che quindi avrebbero tutto l’interesse a vederlo “scendere” fino a loro. Un altro motivo è che difficilmente le squadre in Lottery non hanno fatto tutte le valutazioni del caso su un prospetto come Ball, un po’ per i cinque mesi di tempo in più avuti per colpa della alla pandemia, e un po’ perché è ampiamente noto che sia Minnesota alla 1 che soprattutto Golden State alla 2 sono disponibili a scambiare la scelta — quindi chi davvero vuole Ball può ragionevolmente pensare a un modo per arrivare a prenderlo con una trade. Soprattutto, Ball solamente ora sta parlando con le squadre, visto che — secondo quanto riportato da ESPN — il fratello di Lonzo ha incontrato Minnesota e dovrebbe incontrare in rapida successione anche Warriors, Hornets e Bulls. Magari è lo stesso LaMelo a voler far scendere le proprie quotazioni “tankando” i colloqui con le squadre per finire in un mercato a lui gradito (New York alla 8?) o magari, come spesso accade, le voci nei giorni del Draft vanno sempre interpretati tenendo bene a mente la parola “smokescreen”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche