Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, LaMelo Ball e il richiamo dopo il flopping su Ben Simmons: "Basta simulazioni"

l'episodio

Nella sfida persa la scorsa notte dagli Hornets contro i Sixers, non è passato inosservato il tentativo della terza scelta assoluta di accentuare il contatto in difesa con l’All-Star di Philadelphia. Un doppio colpo che LaMelo Ball ha fatto di tutto per evidenziare, ricevendo un warning ufficiale da parte della NBA. Dalla prossima volta scatta la multa

È il rookie su cui si è concentrata maggiormente l’attenzione in queste prime settimane di regular season: in attesa di riuscire a diventare realmente efficace in uscita dalla panchina, LaMelo Ball sta attraversando tutti i naturali alti e bassi a livello realizzativo e di rendimento che l’impatto con una nuova realtà come quella NBA comporta. Al momento, nonostante le chiavi della squadra restino saldamente nelle mani di Terry Rozier, la terza scelta assoluta all’ultimo Draft sta viaggiando con oltre 11 punti di media, quasi 5 rimbalzi e cinque assist, conditi con un paio di recuperi ogni volta che scende in campo con Charlotte. A fare notizia nelle ultime ore però è stata la sua simulazione in difesa quando gli è toccato cercare di contenere Ben Simmons: un volo che gli arbitri hanno rivisto dopo il match, segnalando a LaMelo che la prossima volta toccherà mettere mano al portafoglio. La policy NBA a riguardo è chiara: dopo il primo warning, dalla seconda volta in poi scatta la multa. Dal prossimo tuffo sono 5.000 dollari da sborsare: un motivo in più per riflettere prima di simulare.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche