Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Kyrie Irving: l’assenza e il party costano quasi un milione di dollari

BROOKLYN
©Getty

La NBA ha multato di 50.000 dollari Kyrie Irving per il party senza mascherine per il compleanno della sorella e lo ha costretto a fermarsi per il protocollo anti-COVID, facendogli perdere oltre 800.000 dollari di stipendio. L’All-Star dei Brooklyn Nets salterà la partita di stanotte contro Orlando, ma secondo il GM Sean Marks “non vede l’ora di tornare per giocare con Harden”

Lo scambio per prendere James Harden ha spostato l’attenzione della lega da ciò che sta succedendo attorno a Kyrie Irving, ma dopo giorni di incertezza sono arrivate anche le decisioni della NBA. Il video del party della sorella Asia a cui Irving ha partecipato senza indossare mascherine costerà 50.000 dollari di multa all’All-Star dei Brooklyn Nets, che è stato sottoposto al protocollo di salute e sicurezza passando in isolamento gli ultimi cinque giorni. Irving rimarrà in quarantena saltando anche la partita di sabato contro gli Orlando Magic e le ultime due partite saltate dopo il party della sorella gli costeranno la bellezza di 816.898 dollari, secondo quanto scritto da ESPN. Sommando quella enorme somma alla multa per la festa non autorizzata e i 25.000 a inizio stagione per essersi rifiutato di parlare con la stampa, i soldi persi da Irving solamente in questa stagione sfiorano il milione di dollari.

Irving sta per tornare: "Non vede l’ora di giocare"

approfondimento

Irving non gioca ma fa festa con la sorella. VIDEO

La buona notizia per i Brooklyn Nets è che Irving, dopo aver saltato cinque partite per “motivi personali”, sembra pronto a tornare in campo. Il General Manager Sean Marks ha detto di aver parlato con il giocatore e di averlo sentito “eccitato” alla prospettiva di tornare in campo e di giocare con James Harden, anche se pure il Barba è in dubbio per la partita di sabato visto che non tutti i giocatori coinvolti nello scambio hanno completato le visite mediche. In ogni caso a Irving servirà qualche giorno di allenamento per ritrovare la forma dopo lo stop delle ultime settimane: l’esordio dei nuovi Big Three potrebbe arrivare nella notte tra martedì e mercoledì contro Milwaukee in casa oppure in una delle due gare consecutive a Cleveland del 21 o del 23 gennaio. “Sarà la NBA a decidere quando potrà tornare Kyrie, è fuori dal nostro controllo” ha detto Marks. “Con lui parleremo quando sarà qui con noi e sarà lui a spiegare perché non c’è stato. Ovviamente siamo delusi di non aver potuto avere uno dei nostri giocatori in trincea con noi, ma è parte della nostra famiglia e ne discuteremo internamente. Poi senza alcun dubbio sarà lui a spiegare la sua assenza”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.