Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, tre squadre interessate a JJ Redick: Nets, Sixers o Celtics

MERCATO NBA
©Getty

Il tiratore potrebbe presto lasciare i New Orleans Pelicans: su di lui ci sarebbero tre squadre della costa Est, dove risiede la famiglia del giocatore che vorrebbe tornare a giocare vicino a casa. Su di lui Brooklyn, Boston e Philadelphia, dove ha già giocato per due anni dal 2017 al 2019. Il 36enne vanta un eccellente 41.4% da tre punti in carriera

Manca ancora diverso tempo prima della deadline del mercato prevista per il 25 marzo, ma alcune squadre stanno già cominciando a muoversi — specialmente quelle che si ritrovano già lontane dalla zona playoff. È il caso dei New Orleans Pelicans, che dopo un inizio di stagione deludente stanno già pensando di cambiare qualcosa: dopo le voci sul possibile scambio di Lonzo Ball, cominciano a emergere anche le prime pretendenti per J.J. Redick. Secondo quanto riportato da The Athletic, sono tre le squadre “finaliste” per acquisire i servigi del veterano 36enne: i Brooklyn Nets, i Boston Celtics e i Philadelphia 76ers. Tre “contender” a cui farebbe comodo un tiratore da 41.4% da tre punti in carriera, per quanto attualmente stia tirando sotto il 30% dall’arco in un difficile inizio di stagione. Redick gradirebbe quelle tre destinazioni per motivi innanzitutto familiari: mentre lui è impegnato coi Pelicans, infatti, il resto della famiglia sta continuando a vivere a Brooklyn, perciò preferirebbe un ritorno sulla costa Est per stare più vicino a loro. 

approfondimento

Pelicans sul mercato: in partenza anche Melli?

I Pelicans, che attualmente hanno un record di 7-11, hanno retrocesso Redick in panchina tenendolo in campo per meno di 20 minuti a sera e lo vorrebbero cedere per fare ulteriore spazio ai giovani Kira Lewis e Nickeil Alexander-Walker, oltre a ricevere ulteriori asset futuri. Pareggiare i 13 milioni previsti dal suo contratto (in scadenza a fine stagione) non è però semplice per le tre squadre “prescelte”: i Nets hanno sacrificato tutti i loro asset per arrivare a James Harden e hanno già un monte salari gigantesco; i Celtics dovrebbero comunque cedere degli asset per raggiungerlo (in termini di scelte o giocatori giovani); e i Sixers dovrebbero mettere assieme più di un contratto per far funzionare lo scambio. Quest’ultima opzione appare comunque come la più interessante anche per lo stesso Redick, che ha già giocato a Philly dal 2017 al 2019 e conosce molto bene Doc Rivers avendolo avuto come allenatore ai Clippers. Come cambio di Seth Curry e Danny Green, l’aggiunta di Redick permetterebbe a Philadelphia di avere sempre un tiratore mortifero in campo, aprendo gli spazi a Joel Embiid (con cui Redick ha sviluppato un’intesa telepatica) e Ben Simmons, cercando di proteggerlo il più possibile in difesa. In ogni caso, il futuro di Redick sembra lontano dai New Orleans Pelicans.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport