Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Jamal Murray e la palla persa con cui entra (controvoglia) nella storia

NBA

Nella gara (vinta dai Nuggets) contro i Portland Trail Blazers, la statistica che cattura immediatamente l'occhio sono i 41 punti di Nikola Jokic. Ma Denver ha chiuso i 48 minuti con una sola palla persa, stabilendo così un nuovo record NBA (in precedenza erano state 5 le squadre con 2 perse in tutta una partita). E chissà come si sente Jamal Murray, il responsabile di quell'unico pallone regalato ai Blazers, che ha impedito ai suoi Nuggets la gara perfetta

Era successo 5 volte nella storia NBA che una squadra finisse una gara con due sole palle perse, una volta anche quest’anno, il 9 gennaio, con i Suns di Chris Paul capaci di regalare agli avversari (gli Indiana Pacers) solo due palloni in 48 minuti. Poi c’erano riusciti gli Charlotte Hornets nel 2017, gli Oklahoma City Thunder due anni prima, i Cleveland Cavs del primo LeBron James nel 2009 e i Milwaukee Bucks nel 2006. Ma nessuno era mai sceso sotto la soglia delle 2 palle perse di squadra. Impresa riuscita invece nella notte ai Denver Nuggets, che hanno così stabilito un nuovo record (1 persa in 48 minuti contro Portland) ma contemporaneamente hanno scatenato — soprattutto sui social — la “caccia al colpevole”. Presto trovato: a rendersi responsabile dell’unica persa di serata — impedendo quindi ai Nuggets un “clean sheet” che sarebbe davvero stato storico — è stato Jamal Murray, che cercando di attaccare Rodney Hood a inizio secondo quarto ha perso il controllo del pallone finito fuori campo.

leggi anche

Jamal Murray segna 50 punti senza liberi. VIDEO

Una persa come tante altre, niente per cui fare un dramma, al momento. Se non che alla sirena finale resta anche l’unica sul referto dei Nuggets. Che stabiliscono un record NBA, sì, ma che si lasciano sfuggire così la possibilità di entrare nella storia facendo una partita perfetta nel gestione del pallone. "Colpa mia? Oddio, sto male", ha ammesso sorpreso lo stesso Murray nel post-partita, dopo aver segnato 19 dei suoi 24 punti in un incredibile quarto quarto. "Abbiamo perso un solo pallone e io ne sono responsabile...", ha aggiunto sconsolato la guardia dei Nuggets che tra l'altro proprio ieri festeggiava il suo compleanno, compiendo 24 anni. Ammirato, invece, l'allenatore avversario, Terry Stotts: "Murray e Jokic, i loro due giocatori migliori, sono molto bravi a prendersi cura del pallone. Sono sicuro di aver visto un'altra partita con una sola persa, ma non mi ricordo quando". Impossibile farlo: perché non era mai successo prima.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.