Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, Simmons per Brogdon e una scelta al Draft: la risposta di Philadelphia

NBA
©Getty

I Sixers sono disposti ad ascoltare offerte per Ben Simmons a condizione che nel pacchetto offerto dalle potenziali squadre acquirenti rientri un All-Star. Status che la point guard di Indiana, pur ottima nella passata stagione, non ha ancora raggiunto, spiegando così il rifiuto della dirigenza di Philadelphia di esplorare la possibilità di uno scambio con Indiana su queste basi

Che i Sixers stiano esplorando la chance di cedere Ben Simmons (e il suo importante contratto: altri 4 anni, da una base di 33 milioni di dollari a un quarto anno a oltre 40) non è un mistero. Daryl Morey e il front office di Philadelphia al momento non si sarebbero ancora seduti al tavolo con nessuno, ma si sarebbero limitati ad ascoltare eventuali offerte propedeutiche a intavolare una discussione più profonda. Tra queste - ha riportato Jason Dumas di Bleacher Report - ci sarebbe quella degli Indiana Pacers, che a Philadelphia avrebbero proposto il seguente scambio: Malcolm Brogdon e una prima scelta al Draft (potrebbe anche essere la n°13 del 2021) in cambio del giovane talento ex-LSU. Negativa però, almeno da quanto riportato, la risposta da casa Sixers. Philadelphia ha reso chiaro che una delle condizioni per lasciare andare Simmons sia quella di ricevere come contropartita un All-Star (oltre a eventuali altri asset). 

Cosa non convince di Brogdon, perché si guarda a Lillard

leggi anche

Simmons non parte per Tokyo: chi ci sarà e chi no

Brogdon - reduce da una stagione al massimo in carriera per punti (21.3) con più di 5 assist e rimbalzi di media - non si è però ancora guadagnato i gradi di All-Star (pur avendo vinto il premio di rookie dell'anno nel 2017, in maglia Bucks) e anche questo piccolo particolare potrebbe aver avuto un peso nel giustificare il rifiuto di Morey e soci, evidentemente convinti di poter ottenere una contropartita maggiore nel caso dovessero scegliere di privarsi di Simmons. Un'altra ragione che potrebbe spiegare la scelta di Philadelphia riconduce direttamente a Portland: molti front office NBA stanno monitorando da vicino il destino di Lillard ai Blazers convinti che una sua possibile dipartita dall'Oregon potrebbe essere il primo tassello che innescherebbe una serie di trade a cascata.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche