Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, "48 ore a Vegas": un film sulla fuga di Dennis Rodman durante le Finals del 1998

FILM

Come annunciato da Deadline, la casa di produzione Lionsgate si è assicurata i diritti per realizzare un film sull’incredibile fuga a Las Vegas di Dennis Rodman durante le Finals del 1998 contro gli Utah Jazz. Il film si chiamerà "48 Hours in Vegas" e vedrà tra i produttori esecutivi proprio "The Worm" in persona

L’onda lunga di The Last Dance non si è ancora spenta, anzi continua a raccogliere attenzioni e interesse. E non potrebbe essere altrimenti quando si mettono assieme personalità come quelle di quei Chicago Bulls, da Michael Jordan a Phil Jackson fino ovviamente a Dennis Rodman. I tifosi del “Verme” avranno presto un nuovo modo di rivivere le gesta del proprio beniamino, anche se non proprio con i suoi voli in campo per raccogliere rimbalzi in ogni angolo del parquet. La celebre casa di produzione cinematografica Lionsgate, infatti, si è assicurata i diritti per realizzare "48 Hours in Vegas", un film ispirato dall’incredibile e rocambolesca “fuga” di due giorni di Dennis Rodman a Las Vegas nel bel mezzo delle NBA Finals del 1998 contro gli Utah Jazz. Ad annunciarlo è stato il sito Deadline, che ha raccontato come tra i produttori esecutivi del film ci sia anche lo stesso Rodman, mentre la sceneggiatura è stata realizzata da Jordan VanDina durante la pandemia.

approfondimento

Rodman&Electra a Vegas, Jordan bussa alla porta

"C’è solo un Dennis Rodman" ha detto Nathan Kahane, presidente della Lionsgate. "Nel 1998 non c’era nessuno sulla Terra con cui sarebbe stato più divertente — o anche più pericoloso — fare serata a festeggiare. E non è nemmeno metà di quello che è. Non vediamo l’ora di lavorare con Dennis, la sua incredibile carriera darà vita a un film assolutamente esilarante e allo stesso tempo molto umano. Pensavate di sapere qualcosa su ‘The Worm’? Aspettate e vedrete". "Dennis si è sempre rifiutato di seguire il gregge" hanno detto invece i filmmaker Phil Lord e Chris Miller, che insieme a Aditya Sood si occuperanno della realizzazione del film dopo successi come "21 Jump Street", "Piovono Polpette" e "Spider-Man: Into the Spider-Verse". "Il suo essere diverso lo ha sempre reso un bersaglio, ma anche ciò che lo ha fatto diventare una stella. Il suo weekend a Las Vegas è pieno di momenti divertenti, ma fa anche emergere domande importanti sul modo in cui le figure pubbliche e i lavoratori vengono trattati, specialmente quando la loro individualità è espressa in maniera così vivida". Non è ancora nota una data per l’uscita del film né da chi verrà composto il cast, ma c’è da scommettere che la sua realizzazione verrà seguita molto attentamente dai media.