Please select your default edition
Your default site has been set

NBA: Antetokounmpo domina, Milwaukee batte Brooklyn e festeggia l'anello 2021

OPENING NIGHT
©Getty

I campioni in carica festeggiano la consegna degli anelli con il successo sui Brooklyn Nets. Giannis Antetokounmpo parte subito forte con 32 punti, 14 rimbalzi e 7 assist, seguito dai 20 a testa di Khris Middleton e Pat Connaughton, con Jrue Holiday fuori all’intervallo per una contusione al tallone. AI Nets non servono i 32 di Kevin Durant e la tripla doppia sfiorata da James Harden, ottimo l’esordio di Patty Mills con 7/7 da tre

CURRY IN TRIPLA DOPPIA: I LAKERS KO CONTRO GOLDEN STATE. HIGHLIGHTS

I Milwaukee Bucks ricominciano da dove avevano lasciato, vincendo la prima partita della stagione che affronteranno da campioni in carica. Dopo le emozioni della cerimonia di consegna degli anelli e del banner celebrativo per il titolo dello scorso luglio, la squadra di coach Mike Budenholzer è partita subito con le marce alte, toccando il +18 già nel primo quarto e prendendo il controllo della gara — senza lasciarlo fino alla fine. Neanche l’infortunio al tallone subito da Jrue Holiday (rimasto negli spogliatoi all’intervallo) ha fermato la marcia dei Bucks, che si sono affidati a un Giannis Antetokounmpo subito scintillante: 32 punti, 14 rimbalzi, 7 assist e 12/25 al tiro per l’MVP delle ultime Finals, il cui +25 di plus-minus in meno di 31 minuti parla da solo del suo impatto sulla gara — nella quale spesso si è preso cura di Kevin Durant in difesa. A dargli man forte sono stati i 20 punti a testa di Khris Middleton (anche 9 rimbalzi per il campione olimpico) e quelli dalla panchina di un eccellente Pat Connaughton (8/13 dal campo), con la gradita conferma di Jordan Nwora (15 punti e 6 rimbalzi) dopo l’ottima preseason disputata.

KD e Harden sotto controllo, che debutto di Mills

approfondimento

I Bucks ricevono gli anelli di campioni NBA. FOTO

I Bucks sono riusciti a tenere l’attacco dei Nets grazie alla presenza a rimbalzo d’attacco (ben 13 contro i 5 degli ospiti) e l’attenzione nella gestione della palla (7 palle perse contro le 12 di Brooklyn), che sono valse ben 21 tiri in più rispetto agli avversari (105 contro 84). Per i Nets, partiti con la coppia Griffin-Claxton sotto canestro, ci sono prestazioni concrete ma non impattanti da parte delle due stelle: Kevin Durant ha cominciato piano per poi chiudere con 32 punti e 11 rimbalzi, ma con un inconsueto 3/6 dalla lunetta; James Harden non è andato lontano dalla tripla doppia (20 punti, 8 rimbalzi e 8 assist) ma ha segnato solo 2 degli 8 tiri tentati da due punti, faticando contro la lunghezza dei Bucks. Ottimo invece l’esordio di Patty Mills con la sua nuova maglia, autore di un 7/7 dall’arco per 21 punti finali che hanno tenuto i Nets a contatto per buona parte del match (+7 di plus-minus nei suoi 29 minuti in campo, unico positivo in squadra), pur senza riuscire a riportare i suoi sotto i 7 punti di svantaggio nella ripresa. È il primo incontro tra le due squadre, ma di certo non sarà l’ultimo — e non solamente perché ce ne saranno altri tre in questa regular season, ma perché le due franchigie sembrano destinate ad incontrarsi anche ai playoff.