Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Westbrook gioca la 1^ partita "da Westbrook": "Lo scorso anno non avevamo uno così"

LAKERS
©Getty

Dopo le opache prestazioni nelle prime tre gare con i Lakers, Russell Westbrook ha giocato una partita “delle sue” contro San Antonio, chiudendo con 33 punti, 10 rimbalzi e 8 assist in una importantissima vittoria al supplementare. "Lo abbiamo preso per partite come questa, lo scorso anno non avevamo uno così" ha detto coach Vogel

Pur avendo alle spalle oltre 1.000 partite di NBA tra regular season e playoff, Russell Westbrook questa notte ha provato una sensazione nuova: "Non mi era mai capitato che la gente tifasse per me in trasferta, è un’esperienza davvero nuova". Capita spesso quando i Lakers vanno lontano da Los Angeles, con gli abbonati delle squadre di casa — in questo caso dei San Antonio Spurs — che vendono il loro posto per una partita ai tifosi gialloviola, ripagandosi buona parte del costo dell’abbonamento. In ogni caso, i fan dei Lakers accorsi all’AT&T Center si sono potuti godere la prima vera partita di Westbrook da Westbrook: non è arrivata la tripla doppia, ma alla sirena finale sul suo tabellino si leggono 33 punti, 10 rimbalzi, 8 assist e 3 recuperi, guidando i Lakers privi di LeBron James al successo dopo un tempo supplementare insieme a un Anthony Davis da 35+17. Soprattutto Westbrook ha dato energia a una squadra che era finita sotto di 13 nel terzo quarto, tenendo in piedi il gruppo dal punto di vista emotivo: "È per queste partite che abbiamo sensazioni così positive sul suo arrivo" ha detto coach Frank Vogel. “Lo scorso anno abbiamo perso LeBron a AD a lungo e non ne avevamo abbastanza per sostenere la regular season e vincere ai playoff. Con uno come Russ in squadra, anche se uno di quei due è indisponibile, abbiamo un altro giocatore in grado di serate mostruose come quella che abbiamo visto stasera. E l’investimento fatto su di lui paga già dei dividendi".

Westbrook si carica i Lakers: "Io e AD ci siamo presi le responsabilità"

approfondimento

I Lakers vincono senza LeBron, 4-0 Golden State

Westbrook ha segnato 15 dei suoi 33 punti tra quarto periodo e supplementare, gli stessi che rappresentavano finora il massimo in carriera con i gialloviola, regalandosi anche una schiacciata con fallo nell’overtime che ha ricordato il feroce attaccante dei suoi giorni migliori. Lui e Davis hanno combinato per 14 punti nel parziale di 17-4 che ha aperto il quarto periodo, ribaltando la partita: "Sapevamo che senza LeBron avevamo la responsabilità di rendere migliori i ragazzi attorno a noi" ha detto Westbrook. "E stasera AD ha fatto un grande lavoro nel rimanere aggressivo tutta la sera finendo bene attorno al ferro. È stato enorme per noi". Dopo le prime due sconfitte con Golden State e Phoenix, i Lakers si sono rimessi in carreggiata tornando al 50% di vittorie. I prossimi passi sarà integrare ancora meglio Westbrook, specialmente al fianco di James: "Non abbiamo mai perso la fiducia di poter vincere questa partita, anche quando eravamo sotto. Abbiamo tenuto duro e vinto una partita molto importante in trasferta" ha detto coach Vogel. Magari si può eccepire su quel "in trasferta", visto il tifo a favore dei gialloviola, ma il resto è la miglior notizia possibile per questi nuovi Lakers.