Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, il figlio di Kareem Abdul-Jabbar condannato a 6 mesi di carcere per aggressione

california
adam_abdul_jabbar

Adam Abdul-Jabbar - figlio della leggenda dei Lakers - a giugno dello scorso anno aveva aggredito un vicino di casa con un coltello dopo una lite, ferendolo gravemente. L'accusa aveva chiesto una condanna a sette anni, ma il giudice di Orange County ha deciso per sei mesi di carcere (con pena sospesa) dopo il patteggiamento

Una brutta storia vede protagonista in California il figlio della leggenda dei Lakers Kareem Abdul-Jabbar, Adam. Il 29enne ha patteggiato sei mesi di carcere per aver aggredito e ferito con un coltello un vicino di casa nel giugno 2020 a San Clemente. Pena sospesa fino al 7 gennaio, data entro la quale il tribunale per la libertà vigilata potrebbe accordargli gli arresti domiciliari in sostituzione alla prigione. Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a sette anni e si era opposto al patteggiamento. Adam Jabbar aveva litigato con un vicino 60enne - Ray Winsor, che conosce fin da quando è bambino - dopo che questi lo aveva ripreso rimproverandogli di far portare fuori la spazzatura alla anziana donna che vive con lui, invece di occuparsene lui stesso. Jabbar lo aveva allora minacciato, per poi tornare con un coltello e colpirlo più volte. Winsdor aveva riportato serie ferite e una frattura al cranio, "rischiando di morire dissanguato, dopo essere svenuto fuori dal pronto soccorso", ha sottolineato l'accusa. "Questa decisione è un enorme errore giudiziario", ha tuonato il procuratore distrettuale Todd Spitzer. "Crediamo che il totale disprezzo per la vita umana dimostrato per una disputa sui bidoni della spazzatura sia così eclatante da meritare il carcere", ha aggiunto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche