Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, la schiena di Michael Porter Jr non migliora: stagione a rischio

DENVER
©Getty

L’ala dei Denver Nuggets è alle prese con un problema a un nervo della schiena che lo ha tenuto fuori dal 6 novembre in poi. Secondo quanto scritto dal Denver Post, se non dovesse migliorare nella prossima settimana potrebbe considerare l’operazione chirurgica, mettendo probabilmente fine alla sua quarta stagione in NBA

Michael Malone in questo periodo è quasi sconsolato: "Guardo il boxscore e leggo: Jamal Murray, out. Nikola Jokic, out. Michael Porter Jr., out. È un bel po’ di talento che non possiamo schierare sera dopo sera". La situazione, purtroppo per lui, non è destinata a migliorare: se per il recupero di Murray bisognerà attendere ancora diversi mesi, il problema al polso di Nikola Jokic dovrebbe risolversi entro le prossime partite (anche se ha già saltato le ultime due), mentre non ci sono buone notizie per quanto riguarda Porter Jr. Il giovane che in estate ha firmato un’estensione di contratto al massimo salariale è alle prese con un problema a un nervo della schiena che, secondo quanto scritto dal Denver Post, potrebbe mettere in pericolo la sua intera stagione. Porter convive con questo problema sin da inizio anno e ha giocato sul dolore nelle nove partite disputate quest’anno, spiegando forse così i soli 9.9 punti segnati con appena il 36% al tiro e il 21% da tre punti. L’ala si è fermata definitivamente lo scorso 6 novembre dopo che un tentativo di sottomano in campo aperto si è trasformato in un errore clamoroso da Shaqtin a Fool, senza più rimettere piede in campo dopo quella partita contro Houston. Nelle ultime settimane si è sottoposto a trattamenti continui che però non hanno ancora dato esiti soddisfacenti: se nella prossima settimana — dopo essersi consultato anche con esperti in Florida, dove attualmente si trova — non dovesse migliorare, potrebbe prendere in considerazione una nuova operazione alla schiena, e quindi probabilmente mettere fine alla sua quarta stagione in NBA.

La lunga storia di infortuni per MPJ

La schiena di Michael Porter Jr. è un tasto decisamente dolente. Il giovane 23enne infatti ha già subito due operazioni in quella zona del corpo: la prima nella sua unica stagione al college a Missouri rimanendo fuori quattro mesi, scivolando fino alla 14 del Draft 2018 proprio per i dubbi sulla tenuta della sua schiena sul lungo periodo; la seconda dopo essere stato scelto dai Nuggets, saltando la sua intera stagione da rookie per ritrovare la migliore condizione. E anche Denver ha bisogno di trovare risposte sulle sue condizioni, avendo investito così pesantemente su di lui (145 milioni del suo contratto quinquennale sono completamente garantiti). “Ha solo 23 anni, deve prendersi cura del suo corpo e rimettersi in sesto, così che anche mentalmente possa scendere in campo ed essere il giocatore che conosciamo” ha detto il suo compagno di squadra Austin Rivers. “Gioca infortunato da inizio stagione, è una cosa difficile da fare. Speriamo che possa tornare presto perché è una parte importantissima della nostra stagione”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche