Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, John Wall vuole tornare in campo: gli Houston Rockets ci pensano

mercato nba
©Getty

Dopo essere rimasto a guardare i compagni di squadra per 40 giorni, l’ex All-Star degli Wizards ha chiesto alla dirigenza Rockets di rivedere gli accordi presi qualche mese fa (che prevedono che resti fuori per tutta la stagione) e di lasciargli il modo di tornare a giocare: con 91 milioni di dollari di contratto per i prossimi due anni e una trade che al momento appare improbabile, Houston sta valutando cosa fare

Le due vittorie consecutive arrivate a interrompere la striscia di 15 ko, hanno ridato un minimo di morale ai Rockets, che nel frattempo nelle scorse ore sono tornati a parlare con John Wall - rimasto fuori squadra da inizio stagione come d’accordo con la dirigenza per proteggere il suo fisico e il potenziale valore di mercato (nonostante il ricchissimo contratto), in attesa di ricevere un’offerta da una nuova franchigia per cambiare aria. Rafael Stone, GM dei texani, ha spiegato che sono ripartiti i colloqui con lui per capire se e come reintegrarlo nel roster e nei prossimi giorni la situazione potrebbe evolvere lungo quella direzione.

vedi anche

John Wall rischia di stare fuori un anno intero

Per Wall infatti a questo punto diventa fondamentale trovare un compromesso che gli permetta di essere in campo questa stagione: farsi vedere in forma sul parquet (magari anche decisivo) è l’unico modo per attirare l’attenzione di altre squadre, mentre Houston spera che il suo lavoro in palestra con i tanti giovani presenti nel roster permetta ai talenti dei Rockets di sbocciare definitivamente. Il tutto magari rivedendo in parte un accordo che prevede ancora altri due anni di contratto a 91 milioni di dollari complessivi: a queste cifre immaginare una trade per un giocatore che non ha mai messo piede in campo nei primi 40 giorni di regular season è praticamente impossibile. Al tempo stesso però l’agente dell’ex giocatore degli Wizards ha spiegato che da parte del suo assistito non c’è nessuna intenzione di proporre un buyout: a 31 anni - già, è ancora giovane - Wall spera di potersi godere qualche altro anno in campo da protagonista. Per riuscirci, il primo passo da compiere è quello di ritornare sul parquet - un innesto che potrebbe far comodo a entrambe le parti.