Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, botta e risposta tra Jayson Tatum e coach Udoka (nonostante la vittoria dei Celtics)

la polemica
©Getty

"Qualche tiro sarebbe bello che ogni tanto lo segnassi...": questa la battuta dell'allenatore Celtics rivolta a Tatum, in parte maldigerita dall'All-Star di Boston che poi ha trovato lo stesso il modo di fare canestro: "Ho già nove rimbalzi", ha risposto a caldo verso la panchina, in un match da record per lui sotto quell'aspetto

Un inizio di stagione complicato per Jayson Tatum, impreciso spesso e volentieri dal campo e meno efficace che in passato al tiro. La partita contro Philadelphia non sembrava fare eccezione, almeno in avvio - aperta dal n°0 di Boston con sei errori su altrettante conclusioni tentate. Passaggi a vuoto poi ampiamente superati nel resto del match, chiuso con 11 punti nel quarto periodo e 26 totali a referto, conditi con 16 rimbalzi - il suo nuovo massimo in carriera - in un testa a testa vinto dai Celtics con un solo punto di margine sui Sixers. A far discutere a fine partita è stato il siparietto - simpatico fino a un certo punto - venuto fuori tra l’All-Star di Boston e coach Udoka che, di fronte all’ennesimo errore al tiro, ha detto a Tatum: “Beh, sarebbe carino se iniziassi a segnare qualche tiro”. Una battuta non colta del tutto dal giocatore Celtics, che girandosi verso l’allenatore ha replicato: “Ho già preso nove rimbalzi”. Della serie: il mio lo sto facendo. Anche perché sulla sirena finale, proprio grazie a quelli, è arrivata una vittoria fondamentale contro Philadelphia. Fossero tutte così facili da risolvere le tensioni tra allenatore e giocatore…

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche