Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, Ben Simmons per Damian Lillard: Portland dice di no allo scambio

mercato nba
©Getty

La dirigenza di Philadelphia sta cercando di accelerare le trattative e di liberarsi dopo settimane complicate dell’All-Star australiano. L’offerta fatta a Portland che coinvolge anche Damian Lillard però è stata categoricamente rifiutata: “Il n°0 non è sul mercato, ma è il giocatore su cui costruiremo il nostro futuro”, fanno sapere i Blazers

Off-limits. Fuori dai giochi, da non prendere neanche in considerazione. Portland ha cercato di essere il più chiara possibile nei confronti di Philadelphia e di una potenziale trade per coinvolgere anche il nome di Damian Lillard: il n°0 dei Blazers è fuori dal mercato, non è a disposizione per eventuali offerte o scambi. I Sixers infatti, molto attivi negli ultimi giorni nel tentativo di mettere in piedi un trade per liberarsi dell’All-Star australiano, si sono messi in contatto con Portland e con John Cronin - GM ad interim in Oregon in attesa che venga assunto un nuovo dirigente - che ha però subito messo in chiaro l’intenzione dei Blazers di continuare a costruire e puntare su Lillard. Philadelphia non si è fatta scoraggiare e soprattutto ha proseguito le discussioni e gli incontri anche con altre franchigie per mettere in piedi uno scambio a tre che includa giocatori di primo livello in NBA (si parla di top-25, categoria di cui Simmons ha fatto parte negli anni scorsi) per porre fine a una delle telenovele di mercato più lunghe delle ultime stagioni.

vedi anche

Luka Doncic vorrebbe Ben Simmons a Dallas

La data che potrebbe sbloccare un po’ la situazione è quella del 15 dicembre, quando torneranno a essere scambiabili anche i contratti dei giocatori che hanno scelto una nuova squadra nell’ultima off-season (ben 84 tasselli in più da poter muovere sulle 446 che complessivamente compongono il puzzle salariale NBA). Al momento, per ragioni diverse, soltanto il 64% dei giocatori che fanno parte della lega possono essere scambiati. Philadelphia però non aveva mai fatto mistero di voler aggiungere un talento come Damian Lillard al proprio roster, ben consapevole però che una trattativa del genere fosse complicata in partenza: dopo l’ultima risposta dei Blazers, converrà iniziare a cercare seriamente altre sponde per concludere la trattativa.