Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Russell Westbrook e il record negativo che preoccupa i Los Angeles Lakers

la statistica
©Getty

Sono 400 partite in fila che Westbrook fa registrare almeno una palla persa nel suo boxscore: una tendenza accentuata da quanto veste la maglia dei Lakers, inserito in un contesto che ancora non conosce a dovere. La mancanza di cura del gestire i possessi però è un bel problema per una squadra che dovrà fare a meno per diverse settimane di Anthony Davis: “Non possiamo farci nulla, dobbiamo dargli morale e fargli forza”

Affidereste la vostra squadra a uno dei giocatori che hanno raccolto il maggior numero di palle perse nella storia NBA? Beh, se siete i Los Angeles Lakers in una situazione d’emergenza come questa, avere a disposizione Russell Westbrook può fare davvero tutta la differenza del mondo. Nonostante questo però, il problema della gestione dei possessi resta uno degli argomenti “caldi” nella stagione dei gialloviola, che guardando alle statistiche hanno scoperto di un triste record detenuto da Westbrook: sono infatti 400 le gare consecutive in cui il n°0 gialloviola ha messo a referto almeno una palla persa, un dato enorme che ben racconta quanto sia difficile per Westbrook evitare che la sua energia ed esuberanza straripino e diventino in qualche caso deleterie nella gestione dell’attacco Lakers.

vedi anche

Davis crolla a terra: infortunio al ginocchio

Nel frattempo Westbrook sta dimostrando di essere un grande uomo squadra, come dimostrato anche in occasione dell’infortunio di Anthony Davis: fuori per almeno quattro settimane a causa di un problema al ginocchio sinistro, la sua assenza peserà un bel po’ nelle prossime settimane per la squadra di Los Angeles. Il n°0 dei Lakers, compreso il momento complicato della sua franchigia, ha cercato di parlare al gruppo, oltre che al suo compagno: “È dura da accettare, ogni volta che vedi un infortunio in campo provi a non pensarci ma sai che una cosa del genere può destabilizzarti. Io sono qui per AD, farò di tutto per dargli morale e per far capire alla squadra di poter contare su di me”. Magari evitando il più possibile le palle perse, che sarebbe già un grande passo in avanti.