Please select your default edition
Your default site has been set

Playoff NBA, Boston ha il match point contro Miami: gara-6 alle 2.30 su Sky

NBA SU SKY
©Getty

Dopo il successo in gara-5, i Boston Celtics possono chiudere i conti nelle finali di conference contro Miami e avanzare alle finali NBA per la prima volta dopo 12 anni di assenza. Jayson Tatum e Jaylen Brown vanno a caccia delle prime Finals in carriera, ma Jimmy Butler e Erik Spoelstra contano su percentuali migliori da parte degli esterni. Gara-6 è in diretta su Sky Sport e in streaming su NOW alle 2.30 con il commento di Flavio Tranquillo e Marco Crespi

Gara-6 in finale di conference sul campo dei Boston Celtics evoca solo piacevoli ricordi per i tifosi dei Miami Heat, che proprio in una situazione di svantaggio sul 3-2 nella serie del 2012 vissero una delle vittorie più incredibili della loro storia — sulle spalle di un leggendario LeBron James da 45 punti, 15 rimbalzi e 5 assist. Gli Heat di quest’anno non possono contare sui Big Three come quegli Heat, anche se sulla panchina di Miami siede ora come allora Erik Spoelstra, ma è chiaro che servirà un’impresa questa notte per rimettere in piedi una serie che è sfuggita dalle mani degli Heat nelle ultime due partite, entrambe perse. Jayson Tatum e Jaylen Brown hanno segnato i canestri più pesanti del match nel secondo tempo di gara-5 dando il vantaggio del fattore campo ai Celtics, che questa nottediretta su Sky Sport e in streaming su NOW alle 2.30 con il commento di Flavio Tranquillo e Marco Crespi — hanno la possibilità di chiudere i conti e avanzare alle finali NBA per la prima volta dal 2010, quando la squadra di Pierce, Allen e Garnett perse in sette partite contro i Los Angeles Lakers. Ma non sarà comunque semplice, perché Miami — pur incerottata — è squadra di veterani che sanno come rendere difficile la vita agli avversari.

Spoelstra e Butler a caccia delle percentuali perdute

approfondimento

Disastro Heat: le peggiori prestazioni ai playoff

Anche se è facile dimenticarsene, Miami in qualche modo era riuscita a chiudere gara-5 in vantaggio all’intervallo con la sua combinazione di difesa e fisicità, ma è crollata nel secondo tempo sotto delle percentuali insostenibili dalla lunga distanza. Il suo 7/45 dall’arco rappresenta una delle peggiori percentuali di sempre in una partita di playoff, e tutti sperano che la normalizzazione delle percentuali sia dietro l’angolo in particolare per il backcourt titolare: Kyle Lowry e Max Strus infatti hanno segnato solo uno dei 28 tiri tentati nelle ultime due partite, azzoppando ulteriormente un attacco che comunque fatica a mettere punti a tabellone — meno di 97 punti realizzati su 100 possessi nelle ultime tre partite — specialmente dopo i problemi di Jimmy Butler. Non serve di certo avere conferme dal diretto interessato per notare che da quando ha saltato il secondo tempo di gara-3 per una infiammazione al ginocchio non è più stato lo stesso giocatore in attacco, faticando a trovare la solita fisicità e soprattutto i viaggi in lunetta che hanno contraddistinto le prime due partite (26 tiri liberi tentati nelle due gare a Miami, solo 6 in tutto nelle successive tre). Ma con Tyler Herro alle prese con un infortunio all’inguine, non ci sono alternative per Miami: vincere o andare a casa, questa notte si decide tutto per gli Heat.