Sei Nazioni, primi allenamenti per gli Azzurri a Roma

Rugby
©Getty

Ventisei su trentatré totali i giocatori a disposizione di Kieran Crowley. Mancano all’appello gli atleti rilasciati del Benetton Treviso e quelli impegnati nei campionati transalpini. Rientrati già ieri dopo l’annullamento della trasferta di Cardiff i cinque delle Zebre. Prossimo match a Dublino il 27 febbraio contro l'Irlanda

Primo giorno di lavoro per la nazionale italiana di rugby con a disposizione 26 atleti su 33 al raduno di Roma in vista della terza giornata  del Sei Nazioni contro l’Irlanda. Match che sarà disputato all’Aviva Stadium di Dublino domenica 27 febbraio alle ore 16, orario previsto anche per la partenza della squadra venerdì alla volta dell’isola smeraldo. Le prossime giornate, con gli Azzurri che si sono ritrovati all’NH Collection Vittorio Veneto nella capitale, si svolgeranno tra palestra, riunioni video e campo alle strutture del centro Giulio Onesti.

Benetton Treviso impegnata in Scozia

approfondimento

6 Nazioni, i numeri delle prime due giornate

All’appello, nella lista dei trentatré mancano i sette giocatori che saranno impegnati nel fine settimana con i club e sono stati rilasciati dallo staff guidato da Kieran CrowleyIn primis gli “italiani”. Il tallonatore Giacomo Nicotera, il terza linea Manuel Zuliani e il trequarti richiamato dopo l’esordio a novembre Ratuva Tavuyara saranno in campo con il Benetton Treviso domani sera alle 20:35 allo Scotstoun di Glasgow contro i Warriors nella sfida della dodicesima giornata dello United Rugby Championship, la competizione che vede le due franchigie italiane, Benetton Treviso e Zebre, affrontare team irlandesi, scozzesi, gallesi e sudafricani. I primi due partiranno titolari nella formazione estremamente sperimentale e con tanti deb dei Leoni, attualmente all’ottavo posto in graduatoria, mentre l’ala-centro figiana potrebbe entrare a match in corso dalla panchina.

Zebre già aggregate a Roma

approfondimento

Sei Nazioni: Italia, con l'Irlanda per il riscatto

Non si disputerà, invece, la gara tra Cardiff Rugby e Zebre, che si sarebbe dovuta giocare ieri e che è stata rinviata a causa delle condizioni meteorologiche, in particolare dei forti venti che stanno investendo la regione sudorientale del Regno Unito. L’incontro è stato dunque posticipato per salvaguardare la sicurezza delle due squadre e di tutte le persone coinvolte nel fine settimana di gioco, dato che le condizioni meteorologiche sono state considerate tali da non consentire alle Zebre una trasferta internazionale in sicurezza, rendendo inoltre proibitiva la disputa della partita nella giornata di sabato o domenica. La decisione è stata presa dal comitato organizzatore del torneo dopo un confronto con i due club e maggiori dettagli sulla data e l’orario della riprogrammazione dell’incontro verranno resi noti nelle prossime settimane. Per questo motivo si sono uniti al gruppo dell’Italia anche David Sisi, Pierre Bruno, Andrea Zambonin, Renato Giammarioli ed Enrico Lucchin, tutti giocatori provenienti appunto dalle Zebre che inizialmente avrebbero dovuto aggregarsi dopo la partita agli Azzurri.

Derby e spettacolo per i francesi d’Italia

approfondimento

6 Nazioni Under 20 Brunello: "Grande entusiasmo"

Le sfide del fine settimana si apriranno, tuttavia, con i giocatori “francesi” in campo. A dare il via alle danze Ange Capuozzo con il Grenoble . Oggi, invece, derby nostrano a Brive (kick off alle 17) in Top14, il massimo campionato francese, tra il pilone Pietro Ceccarelli e il mediano di apertura Paolo Garbisi. Padroni di casa undicesimi a 31 punti, mentre veleggia ai piani alti il Montpellier secondo in classifica a 49. Sei lunghezze da recuperare dalla capolista Bordeaux-Begles che completerà il quadro domenica con la super sfida casalinga contro i parigini del Racing 92. Occasione per mettersi in luce per il trequarti granata Federico Mori.